breaking news
  • 01/12/2021 22:13 Serie B girone F: nel posticipo della 7ª giornata di andata Alma Salerno-AMB Frosinone 4-3

17/11/2021 15:53

San Marino, la sesta giornata di campionato conferma le gerarchie nei gironi: due coppie al comando

La sesta giornata di regular season non ha fatto altro che confermare e consolidare i rapporti di forza in seno ai due gironi nei quali sono ripartite le tredici formazioni in corsa per lo scudetto. Solo successi per la Folgore, che travolge il San Giovanni – quarta nel Girone A – con un netto 10-0. Triplette per Busignani e Mainardi, quest’ultimo a segno anche nello stesso minuto di gioco, dopo la rete in apertura di Bernardi. Completano la doppia cifra la doppietta di Chezzi ed il gol nel finale di Menghini. Sono 38 i gol segnati dalla Folgore, miglior attacco del campionato con una media di poco inferiore agli 8 gol a partita, a fronte di una difesa che è seconda solo a quella de La Fiorita.

Folgore a punteggio pieno e Domagnano a ruota: i giallorossi non sbagliano la partita che significa secondo posto, approfittando del turno di riposo del Fiorentino per agganciare i detentori del titolo a quota 12, ma con lo scontro diretto a favore. Vantaggio dei Lupi firmato da Cecchini, poi replica rossoverde con Lopez che pareggia i conti. Situazione di equilibrio che regge altri quattro minuti, il tempo necessario a Dolcini prima e Franciosi poi, di scavare un solco che risulterà incolmabile. Belloni arrotonda sul 4-1 prima dell’intervallo, mentre nella seconda frazione di gara sta a Manuel Bollini, Pelliccioni e Zanotti arrotondare il punteggio. Sette marcatori diversi per Mussoni, che può dirsi soddisfatto di come un po’ tutti i suoi giocatori riescano a farsi trovare pronti in fase di finalizzazione. 

Nella parte bassa della classifica, è la Libertas ad imporsi nel confronto tra scontente. Come la Juvenes-Dogana, i ragazzi di Penserini non avevano ancora ottenuto punti in classifica in campionato. La sfida disputata a Fiorentino si conferma equilibrata e vibrante, con Alessandro Zonzini ad aprire le danze dopo appena quattro minuti. Pareggio e sorpasso granata con Taddei e Davide Rossi, quest’ultimo per il minimo vantaggio in chiusura di tempo. Saprà far male anche negli ultimi minuti della seconda frazione la Libertas, raggiunta nel punteggio al 34’ dal solito Alessandro Zanotti. È però uno sfortunato autogol di Borasco, a tre minuti dal termine, a dare il nuovo e definitivo vantaggio al club di Borgo Maggiore che chiuderà i conti proprio al 60’ con Francesco Rossi. Serataccia per la Juvenes-Dogana e per Borasco, espulso al 58’ per doppia ammonizione.

Continuano a marciare a braccetto Tre Fiori e La Fiorita in vetta al Girone B di campionato. Entrambe appaiate a quota 13 punti, dopo i successi di ieri, aggiorneranno probabilmente nel corso della fase di intergirone ed eventualmente nello scontro diretto successivo, i rispettivi rapporti di forza in cima al raggruppamento. Il confronto tra Tre Fiori e Pennarossa, terza della classe, ha infatti mostrato come i ragazzi di Casadei oggi abbiano qualcosa in meno rispetto a chi li precede. I biancorossi reggono per un terzo di partita alla pressione del Tre Fiori che, una volta passato, dilaga. Boschi e Verri assicurano il doppio vantaggio gialloblù al cambio campo, poi dopo quindici minuti di assestamento sono Sabatino, Verri (doppietta per lui), Gasperoni e due volte Zafferani a firmare il 7-0 finale.

Vittoria e clean sheet anche per La Fiorita, che affrontava il Cosmos a Dogana. A sbloccare l’incontro è l’autorete di Thomas Bonfini al 16’, che permette ai ragazzi di Palermino di gestire il vantaggio. Difficile segnare a La Fiorita, abile a trovare nel finale dei due tempi anche gol imputabili ai propri giocatori. O meglio, ad uno: Giacomo Bernardi, che sigla la doppietta con cui La Fiorita mantiene il contatto col Tre Fiori e ipoteca i play-off. Il duo gialloblù, infatti, può vantare ora un vantaggio di 9 punti sulla quarta in classifica.

Che segnatamente è la Virtus di Pollini, uscita vincente dal confronto di ieri sera col Faetano. Se tra le file di Corbelli si segnala la tripletta di Massimo Moroni, c’è da dire che nessuno dei suoi gol ha purtroppo mai permesso al Faetano di mettersi nelle condizioni di gestire il vantaggio. Competenza, infatti, di Bucci e Pacheco nel primo tempo della Virtus, momentaneamente ripresa al quarto d’ora. Nella ripresa Selva, Francioni e Zanotti arrotondando prima che Massimo Moroni possa completare la propria tripletta a tempo scaduto, con due reti che alleggeriscono il passivo ma non mutano la forma. Ragionevolmente, in questo raggruppamento due posti play-off sembrano avere già le etichette gialloblù di Tre Fiori e La Fiorita. Sarà da vedere se il Pennarossa riuscirà a gestire il vantaggio di 5 punti in ottica play-off, maturato con tre vittorie negli altrettanti scontri diretti.


Ufficio stampa FSGC