breaking news
  • 21/10/2021 09:52 Serie C1 Calabria: Sensation Profumerie-Cataforio 0-6 a tavolino

24/02/2021 14:15

Serandrei glissa il Chiuppano: "Dopo ci sono da giocare altre partite. E saranno tutte importanti"

Dal Rovereto al Maniago per arrivare al Chiuppano. Un percorso di una settimana per arrivare a giocarsi quella che sarà verosimilmente ricordata come la madre di tutte le partite. Almeno a Maser. Ma prima di parlare con Kim Serandrei di quello che sarà (sabato prossimo) andiamo a rileggere quello che è già stato (sabato scorso), passando per il recupero di stasera al PalaMaser che sulla carta non dovrebbe avere storia.

“Per fortuna siamo riusciti a dare continuità, sapevamo che non era facile - ammette l’allenatore dello Sporting Altamarca riflettendo sulla vittoria in casa della Dolomiti Energia. - Conosco le qualità del Rovereto, abbiamo dovuto combattere fino alla fine”

- Cammino perfetto fin qui dell’Altamarca, con soli due pareggi e poi tutte vittorie. Campionato sopra le aspettative o tutto secondo i pronostici?

“E’ un campionato sopra le nostre aspettative, anche se ritengo il nostro primato meritato. Teniamo moltissimo anche alla Coppa Italia, è una manifestazione che vogliamo onorare e che per noi rappresenta una grande soddisfazione”.

- Sembra chiaro che la partita con il Chiuppano vada considerata un po’ come la madre di tutte le partite: ma che gara sarà rispetto al recupero che avete vinto da loro nettamente qualche settimana fa?

“Piu ci si avvicina al termine del campionato, meno punti ci sono a disposizione e più i punti in palio pesano, ma sono sempre al massimo tre: è chiaro che quella con il Chiuppano è una partita importantissima ma lo sono anche le altre, noi ad esempio abbiamo perso punti con il Vicinalis e questo deve far riflettere sulle insidie di questo girone. Ma voglio ricordare… Poi il campionato proseguirà anche dopo il Chiuppano e quindi sono tutte importanti. Credo anche che la necessità di punti del Chiuppano possa aggiungere tensione alla partita stessa, ma in realtà forse sono loro ad avere più pressione visto che stanno rincorrendo. Spero che sia una bella partita e ben giocata da noi come quella dell’andata”.

- Come stai preparando questa sfida che davvero può mettere, in caso di vostra vittoria, la parola fine sulla corsa alla promozione?

“Non è facile preparare una partita giocando ogni tre giorni, qualcosa è stato fatto lunedi e qualcosa faremo ancora facendo valutazioni sull’impatto che avremo subito dalla sfida con il Maniago, partita che non sottovaluto perchè come detto prima, sono tutte che portano in dote 3 punti. Dobbiamo anche contare qualche squalifica e le convinzioni avversarie che non sono mai da sottovalutare. Come ha detto ieri Hamza (Ouddach, n.d.c.), ma come sappiamo tutti, dobbiamo pensare a partita dopo partita, non al Maniago o al Chiuppano di turno”.