breaking news
  • 05/12/2022 19:20 U19, gir. U: Bovalino, 2 giocatori senza maturità agonistica. Futura vince 6-0 a tavolino
  • 03/12/2022 15:09 Serie B girone H: il Covid sempre in agguato, rinviata Città di Acri-Megara Augusta
  • 02/12/2022 15:23 Coppa della Divisione: le semifinali slittano, si giocheranno entrambe il 7 febbraio 2023!

23/09/2022 19:41

Serie AF. Audace Verona, Zanetti: ''Qui per portare una mentalità diversa, l'obiettivo è crescere''

Prima intervista sui canali ufficiali del club per il mister dell’Audace Verona Luigi Zanetti, in compagnia del presidente Alessandro Betteghella.

Il numero uno della società veneta parte dalla trattativa estiva per portare il tecnico in rossonero.

“E’ stata un’estate davvero molto impegnativa. Con il mister ci conosciamo da diverso tempo, ci siamo incontrati e abbiamo capito che gli intenti erano comuni. Si pensava e si pensa di poter andare nella stessa direzione. La cosa che ci ha colpito particolarmente è stata che lui volesse lavorare con il suo staff già collaudato, che lavora assieme già da diverso tempo: era una novità assoluta per noi, perché onestamente non abbiamo mai avuto uno staff che partiva e si muoveva in totale autonomia, quindi questa è stata la situazione che ci ha permesso di fare questo tipo di scelta e andare in questa direzione, che riteniamo assolutamente essere quella vincente”.

La parola passa a Zanetti, che commenta la prima di campionato contro la corazzata Bitonto.

“Abbiamo iniziato subito contro una favorita per la vittoria finale: le ragazze hanno reagito bene, hanno tenuto testa a una squadra che era comunque organizzata in maniera diversa rispetto a noi. Ci siamo fatti trovare sul piano atletico e sul piano tecnico-tattico non proprio perfettamente, perché siamo all’inizio, ma comunque ci sono dei buoni segnali: da qui si continua a lavorare per mettere in cantiere qualcosa che porti soddisfazione”. 

Il tecnico pone poi l’accento sull’atteggiamento da assumere.

“La mentalità deve cambiare: non è più quella di una neopromossa, ma la mentalità di una squadra che deve fare meglio. Meglio di cosa? Sarà il campo a dirlo. Come diceva il presidente, ho fortemente voluto intraprendere questa avventura con le persone a me vicine, per arrivare in maniera collaudata e portare una mentalità diversa, uno stile di lavoro diverso, che alla fine speriamo dia i suoi frutti”.

Infine, il presidente Betteghella esprime i propri desideri per la stagione.

“Sicuramente migliorare quello che è stato fatto l’anno scorso. Questa società ha sempre ragionato un passo alla volta, senza mai farne uno più lungo della gamba. Riteniamo che la squadra sia stata costruita con criterio, che sia assolutamente all’altezza e che non debba temere nessuno: lo ha dimostrato anche nella prima di campionato. Tutte le componenti sono al loro posto in questo momento, quindi abbiamo grande fiducia di poter fare una buona stagione. Poi, come giustamente diceva il mister, sarà il campo a stabilire quale sarà la nostra classifica e in che maniera possiamo giocarcela; ma di sicuro il cambio di mentalità e caratteriale che il nuovo staff potrà imprimere saranno il valore aggiunto di questa nuova stagione”.