breaking news

16/02/2022 17:43

Serie AF. Pescara verso il derby col Tikitaka, Xhaxho: ''Una gara in cui potrà succedere di tutto''

Cinquina al Padova per tornare a correre dopo i pareggi contro Lazio e Bitonto. Il tour de force di recuperi del Pescara allenta la sua morsa e Aida Xhaxho può finalmente tirare le somme dopo due settimane ad alta intensità. “Con questi risultati stiamo un po’ riscoprendo la nostra identità che è non è mai stata fare tantissimi gol a partita, ma creare tante occasioni e avere sempre in punto la partita grazie ad una difesa aggressiva e ad un atteggiamento sempre propositivo. Certo questa non è una scusante, la pecca realizzativa c’è e ci stiamo lavorando tanto in allenamento”.

Non concederà tante occasioni, infatti, il Tiki Taka Francavilla nel derby di ritorno del prossimo 20 febbraio. “Come dimenticare l’andata? – esorcizza il ko Aida – Abbiamo ancora l’amaro in bocca per la prestazione collettiva in cui non abbiamo espresso nulla di ciò che siamo: soprattutto quello del primo tempo, non è stato il Pescara che ha vinto lo Scudetto, ma penso che già dopo il fischio finale avevamo già tutte in mente il modo in cui poterci ritrovare. Ora abbiamo tutt’altra motivazione e tutt’altra testa, in ogni caso la prestazione dobbiamo garantirla. Siamo consapevoli del rinforzo dell’altra squadra – dice parlando di Tampa – e del fatto che sia una gara in cui potrà succedere di tutto, ma scenderemo in campo con la coesione e la determinazione che ci hanno sempre contraddistinte”.
Decise, intanto, le urne del sorteggio di Final Eight con le adriatiche (in prima fascia col Falconara) che incontreranno ai quarti una tra Bisceglie e Statte. “Un piazzamento che è frutto di tanto lavoro. Per quanto riguarda le avversarie, contro entrambe le pugliesi c’è stato un bel Pescara: dobbiamo ripartire da quelle partite, sapendo bene però che la Coppa è una competizione a sé che implica tanta strategia”.
Partecipare con una Bruna in più sarà allora fondamentale. “Come tutte le mie compagne, sono felicissime del suo ritorno. L’associo al bel gioco, è un po’ il nostro Beppe Vessicchio – sorride Aida - il direttore d'orchestra di tutta la squadra e la considero il nostro colpo di mercato invernale: spero che torni il prima possibile ai suoi livelli, anche perché in campo con lei mi trovo a meraviglia”.
Ufficio stampa Pescara