breaking news
  • 29/05/2022 11:32 Under 17 fase nazionale, girone 2: Five To Five-OR R.Emilia 1-1, Fenice-ACSS Mondolfo 5-0
  • 29/05/2022 09:10 Under 15, fase nazionale: primi turno dei gironi 1, 3 e 4, e seconda giornata del girone 2
  • 29/05/2022 09:09 Under 17, fase nazionale: primi turno dei gironi 1, 3 e 4. Il girone 2 in campo ieri
  • 29/05/2022 09:08 Under 21 Nazionale, playoff: si giocano oggi le gare di andata dei quarti di finale
  • 28/05/2022 17:10 Serie C1 Umbria: la finale playoff termina 3-3 (dts). Gadtch 2000 agli spareggi nazionali

13/05/2022 18:07

Sporting Hornets, #diariodiuntrionfo. Pochesci: ''Dedicata a mio nonno, sono sicuro stia gioendo''

Continua il viaggio tra i protagonisti della splendida cavalcata che ha portato lo Sporting Hornets in Serie A2. Questa volta è il turno di Francesco Pochesci, una pedina di grande importanza nello scacchiere di mister Alessio Medici. L’ultimo  giallonero parte raccontando le sue sensazioni dopo un trionfo maturato passo dopo passo. 

"Vincere la Serie B è qualcosa di spettacolare, un bel palcoscenico per tutti. Abbiamo iniziato con tanti sacrifici dal 23 agosto, abbiamo dato tutto. Per me è il primo campionato vinto a livello di prima squadra, ma in generale siamo tutti molto felici di questo traguardo raggiunto. A livello personale sono contento, perché rispetto allo scorso anno ho trovato ancora più spazio e questo rende tutto più speciale". 

La convinzione di potercela fare, almeno per Francesco Pochesci, sembra essere maturata fin da subito. 

"Dico la verità, forse già dalla prima partita contro l'Eur Massimo, dove è arrivata una vittoria convincente, abbiamo capito di potercela fare. Ma già dalle amichevoli estive ci siamo confrontati con squadre di Serie A facendo sempre ottima figura. Non solo per me, ma credo tutta la squadra abbia preso già da quel momento la consapevolezza". 

Anche Pochesci chiude con una dedica. 

"Una speciale la vorrei fare a tutta la mia famiglia che mi supporta sempre, ai miei amici e al mitico "baffetto". Poi una dedica a  mio nonno, che non c'è più da diversi anni ma sono sicuro che mi sarebbe stato sempre accanto e che mi sta guardando da lassù, gioendo per me". 





M.E.