breaking news

17/03/2022 13:48

Trasferta insidiosa per il Pordenone sul campo del Vicinalis. Hrvatin: ''Conta solamente vincere''

Il Diana Group Pordenone riparte, dopo aver rigenerato le batterie, dall'insidiosa trasferta di Vazzola, contro il Miti Vicinalis, unica squadra che i neroverdi non sono ancora riusciti a battere quest'anno.

"Sabato abbiamo reso vita facile al Futsal Cornedo." - analizza mister Hrvatin - "Senza nulla togliere a loro, perché hanno dimostrato di essere una grande squadra, con una grande prestazione, personalmente sono molto arrabbiato per i goal subiti a porta vuota, ed ovviamente i punti persi. Tuttavia, prima o poi doveva succedere, dopo due settimane difficili, con quattro partite nel giro di 14 giorni". 

"Come avevo già detto, il campionato resta sempre aperto, non è cambiato nulla con la sconfitta di sabato." - prosegue il tecnico neroverde - "Ora affrontiamo un'altra grande squadra, il Miti Vicinalis, che ha strappato punti a tutte le grandi, oltre ad aver fatto una partitona in casa con il Maccan Prata. Li rispetto molto, ma sappiamo anche di avere un conto in sospeso con loro, per il pareggio della gara d'andata". 

Tra gli assenti, spicca ovviamente Rok Grzelj, squalificato, a rendere ancor più difficile una trasferta da cui il Pordenone deve tornare con i tre punti, per questo Marko Hrvatin manda un segnale chiaro e diretto: "Ogni assenza si sente, soprattutto verso la fine del campionato, io non sono comunque un allenatore che cerca alibi. Sabato non mi interessa il bel gioco, ma solo portare a casa la vittoria".

Sul taccuino degli osservati speciali sicuramente il francese Lahye, autore di una notevole partita difensiva all'andata, oltre al nome che più di tutti ha colpito il tecnico dei ramarri: De Zen. TraFischio d'inizio a Vazzola alle 16:00, ingresso libero ma con mascherina FFP2 e Super Green Pass.