Troilo al vetriolo, lo "j'accuse" a Divisione e UEFA: "L'Italservice Pesaro non è stata tutelata"

Marco Troilo, direttore generale dell’Italservice, approfitta della sosta dovuta agli impegni della Nazionale per fare un riepilogo di quanto accaduto finora e, soprattutto, nell’ultimo periodo. 


Ma riavvolgendo il nastro della stagione si imbatte inevitabilmente in alcune situazioni distorte, sulle quali non le manda proprio a dire, rivolgendosi in maniera specifica al “sistema futsal”: alla Divisione Calcio a 5 per non aver tutelato adeguatamente la squadra campione d’Italia costringendola a cavallo tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021 ad un vero e proprio “tour de force”, fine neo per disputare qualcosa come undici gare in poco più di quaranta giorni, volando da un capo all’altro della Penisola e con in mezzo anche la trasferta di Champions a Parigi; ma anche alla stessa UEFA, cui Troilo contesta apertamente le procedure seguite per gli abbinamenti dei turni a eliminazione diretta, che anche in quel caso non hanno tutelato una squadra pur sempre collocata al nono posto del ranking europeo e fuori per un nulla dall’elite continentale.


Un Troilo che giustamente si toglie un bel po’ di sassolini dalle scarpe, citando a tono tutte le distorsioni e i bocconi amari mandati giu.


CLICCA QUI PER APPROFONDIRE LA NOTIZIA