breaking news
  • 03/07/2022 12:30 #Serie B, Nicola Masiello è stato riconfermato sulla panchina del Senise

22/03/2022 09:05

Un gol da rimontare per il Cerreto d'Esi. Di Ronza: ''Con la Casalgrandese è ancora tutto in gioco''

Un solo gol da rimontare per il Cerreto d’Esi, che alle 19,30 di questa sera ospita la Real Casalgrandese per cercare di ribaltare l’esito della gara di andata e ottenere il pass per i quarti di finale della Coppa italia di Serie C. Sulla carta un compito  più che possibile, un obiettivo sul quale la squadra di mister Amadei è concentrata. Al capitano Simone Di Ronza abbiamo voluto chiedere come il Cerreto (che scenderà in campo in formazione tipo) ha preparato questa partita di ritorno e con quali aspettative l'affronta, considerando che il risultato dell'andata offre agli anconetani la possibilità di recuperare il gol di scarto patito a Casalgrande.


“Abbiamo iniziato a preparare la partita già dalla scorsa settimana con grande dedizione e motivazione. Per noi è un grande orgoglio poter giocare partite come quella di stasera e rappresentare la nostra regione in una competizione nazionale come la Coppa Italia di categoria. Sappiamo che non sarà facile visto il risultato sfavorevole dell'andata, ma abbiamo tutte le carte in regola per poter passare il turno”.


- Cosa non ha funzionato nella gara di andata e sulla scorta degli errori commessi in quella circostanza, su quali caratteristiche incentrerete la vostra prestazione nel match di ritorno?


“All'andata purtroppo non abbiamo approcciato bene la prima parte di gara e i padroni di casa sono stati bravi ad approfittare delle nostre disattenzioni. Forse l'emozione e l'inesperienza hanno giocato a nostro sfavore, senza considerare poi che la Casalgrandese è un’ottima squadra e ben organizzata. Il secondo tempo siamo entrati con un altro spirito, ma non siamo riusciti a raggiungere il pareggio. Nei giorni scorsi abbiamo avuto modo di analizzare gli errori commessi e provato nuovi spunti per affrontare la gara di ritorno nel migliore dei modi”.


- Anche una domanda sul campionato, in cui siete impegnati nella rincorsa al Cus Macerata: avete sei punti da rimontare con cinque giornate a disposizione, tra cui il recupero dello scontro diretto in casa. Promozione diretta ancora possibile secondo te?


“Purtroppo abbiamo avuto prova che la Coppa Italia porta via energie sia fisiche che mentali. Dopo la partita con la Casalgrandese infatti, abbiamo perso due partite consecutive che ci hanno allontanato dalla vetta della classifica. Mancano ancora 5 partite tra cui lo scontro diretto in casa con il CUS Macerata. Sappiamo che non possiamo più sbagliare se vogliamo sperare di raggiungere la promozione diretta in Serie B. Non sarà facile, ma noi siamo un gruppo unito e consapevole dei nostri mezzi”.


Come a dire… finché c’è guerra c’è speranza!







Nella foto: Simone Di Ronza in azione nel corso della gara di Casalgrande (Ermidi)