breaking news
  • 14/05/2022 22:38 #PlayoffSerieB, Orange avanti: Sardinia sconfitto 9-0
  • 14/05/2022 11:05 Serie C1 Friuli: clamoroso, Manzano-Tarcento non disputata per... assenza degli arbitri!
  • 14/05/2022 11:04 Under 19, playoff: il Cornedo batte per 4-3 l'Arzignano e si qualifica per gli ottavi

11/06/2021 18:14

Veneto e dintorni, impazza il #futsalmercato dei tecnici: Simionato a Villorba, ma quante conferme!

Più che il #futsalmercato, nel Veneto (e più in generale nel Nord-Est) c’è un gran fermento sulle panchine. Numerose sono infatti le novità che sono già state registrate e tante quelle alle quali presto potrebbero arrivare. Andiamo a fare una panoramica a 360°, nelle varie categorie partendo dalla Serie A, dove comunque non si registrano cambiamenti, con il Syn-Bios Petrarca che ha rinnovato per il prossimo triennio la fiducia a Luca Giampaolo e la Came Dosson che, comunque andranno a finire i playoff, continuerà a lavorare con Sylvio Rocha in panchina.


In Serie A2, l’Atletico Nervesa ha salutato dopo due anni Franco Brusaferri e al suo posto ha chiamato Gianluca Asquini, che a sua volta ha salutato Pordenone dopo cinque stagioni. 


Nuovo anche l’occupante della panchina del Villorba dove si è chiuso il comunque positivo ciclo di Alessandro De Martin, ora in concorrenza proprio con Gigi Regondi per la panchina del Pordenone: il club gialloblù ripartirà con Gaston Simionato alla conduzione, prima volta nel nazionale per il tecnico di origini argentine molto apprezzato nel regionale veneto.


Marco Chiozzotto sta cercando in tutti i modi di trattenere Antonio Candeo alla guida del Città di Mestre, sulla panchina che l’aveva visto subentrare a Gigi Regondi nel corso dell’ultimo torneo: un bel grattacapo per il patron lagunare la scelta dell’eventuale successore (tra i candidati ci sarebbe anche l’ex tecnico delle giovanili del Petrarca, Luca Mastrogiovanni). 


Kim Serandrei è stato appena annunciato dallo Sporting Altamarca alla guida dei trevigiani nel loro storico approdo in seconda divisione. Non dovrebbero esserci cambi di rotta anche ad Arzignano dopo la positiva stagione che si è chiusa ad un passo dalla promozione, grazie al buon lavoro svolto da Pablo Ranieri, che pertanto dovrebbe rimanere in sella anche per la stagione 2021/2022.


Tornando a Mestre, tutto… nella norma alla Fenice: intoccabile Gigi Pagana, anche se sono annunciate novità (e non di poco conto: si parla con insistenza dell’arrivo di ben tre brasiliani, un evento storico per il club di Amedeo Zago) nella rosa che affronterà la prossima stagione.


In Serie B, con il Chiuppano ancora impegnato nei playoff, l’Hellas Verona ha già annunciato la conferma di Pino Milella e il Vicinalis quella di Alessandro Peruzzetto. Stessa cosa alle pendici delle Dolomiti: Alessio Bortolini guiderà ancora la Canottieri Belluno e Gabriele De Francesch la Giorik Sedico, che potrebbe comunque ripartire con una rosa profondamente rivoluzionata. 


Il Cornedo è al momento senza guida tecnica dopo la chiusura del rapporto con Walter Dal Santo che potrebbe approdare alla Gifema Luparense. In Serie B dovrebbe partecipare la prossima stagione anche il Calcio Padova che presenterà la domanda di ammissione e ha già incaricato Simone Zanella, ex Cadoneghe e Came Dosson.


Spostandoci in Friuli, con Asquini accasatosi all’Atletico Nervesa in A2, la panchina dei ramarri dovrebbe essere un fattore a due De Martin-Regondi, anche se si è vociferato un possibile interessamento per Beppe Criscuolo, al momento in stand-by al Palmanova (nelle ultime ore sarebbero cresciute in maniera rilevante le chances di Mark Hrvatin, attuale trainer del Bronx Skofije, Serie A slovena). Palmanova che avrebbe avuto un abbocco con l’Udine City per partorire una collaborazione: se le cose resteranno invariate Titta Pittini conserverà sicuramente il posto sulla panca udinese.


Nessuna novità arriva da Maniago, feudo di Mauro Polo Grava (si parla della volontà di presentare domanda di ripescaggio) mentre tutto già fatto al Maccan Prata, con Marco Sbisà che ha già ricevuto la fiducia di Simone Maccan e resterà alla guida dei gialloneri anche nel torneo cadetto della prossima stagione.


In Trentino Alto Adige, con il Bubi Merano che ha ricevuto la wild-card per ripartire dalla Serie B, il presidente Antonio Calovi ha deciso chi rileverà l’eredità di Marco Vanin, dimissionario prima dell’interruzione dell’ultimo campionato di A2 da parte dei giallorossi: sarà Mirco Vian a guidare i bolzanini nella stagione che si spera possa vederli tornare a giocare… all’insegna della normalità.


Tutto già sistemato, invece, a Rovereto. La panchina dell’Olympia, che sarà sempre griffata Dolomiti Energia, è stata presa in consegna da Giuseppe Saiani, dopo la decisione del patron Festini di terminare dopo un quadriennio la positiva collaborazione con Massimo Cristel.