Vicinalis, a Castelfranco per il ''2'' fisso. La carica di Otero: ''D'ora in poi solo solo finali''

Il Miti Vicinalis si prepara a un match davvero cruciale per l'esito finale della propria travagliata stagione. I biancorossi di Alessandro Peruzzetto affronteranno al Palavenale di Castelfranco Veneto un Futsal Giorgione sempre più vicino alla retrocessione, ma ancora caparbio nella ricerca dell'impresa salvezza. La giovane compagine castellana è sulla carta l'avversaria più abbordabile tra le quattro formazioni che il Vicinalis dovrà affrontare nell’ultimo tratto del percorso. Tuttavia già la gara di andata, terminata 2-2 a Vazzola, aveva fatto capire che il Giorgione non è assolutamente un avversario da sottovalutare. 


A questa gara davvero insidiosa il Miti arriverà con la coperta corta, date alcune assenze pesanti come per esempio quella di capitan Laino. Ma come ci racconta il combattivo uruguaiano Alexis Otero non tutti i mali vengono per nuocere. 


- Come dovrete approcciare la partita con il Giorgione? 


"La dovremo affrontare come tutte le altre gare, pur sapendo che domani conteremo su una rosa corta per diverse squalifiche. Non mancheranno però tanti ragazzi con la possibilità di mettersi in gioco". 


- Che cosa bisogna temere del Giorgione? 


“E’ una squadra giovane con ragazzi che hanno tanta qualità e corsa: dovremo stare attenti ai loro contropiedi”. 


- È la partita decisiva della stagione? 


“D’ora in poi abbiamo quattro finali, è inutile nascondere questo. Sarà un match importante come le prossime tre gare che poi ci mancheranno alla fine della stagione".