breaking news

30/03/2022 17:51

Vignoli cuor di Cesena: ''Dopo un quarto di secolo che sia la volta buona per alzare una Coppa?''

Dall’alto della sua esperienza, con numerosissime esperienze accumulate in questo torneo nel corso della sua lunga carriera, Igor Vignoli mette subito in guardia il Cesena in vista del confronto dei quarti di Coppa Italia con il Città di Palermo.

“Ci attende una partita molto complicata: ogni squadra presente a questo evento merita e ha dimostrato sul campo il proprio valore. Oramai sui social è possibile avere info sulle squadre avversarie, ma preferisco concentrarmi più sulla preparazione tecnico-tattica e soprattutto mentale per questo tipo di partite sulla nostra squadra. Ho avuto la fortuna di partecipare a questo evento nella mia carriera parecchie volte tra B e A2, e ho provato tutte le sensazioni possibili, da essere estromesso al primo turno, oppure in semifinale, e anche perdere finali… mi manca ancora la sensazione più bella: quella di alzare la coppa. Chissà, magari dopo 24/25 anni di campionati nazionali consecutivi che sia la volta buona? Purtroppo - rileva Vignoli - la nota dolente di questo evento è proprio dovuta al fatto che sia contenuto tutto in tre giorni e questo va a discapito dello spettacolo. Noi lo affronteremo con la voglia di ottenere il miglior risultato possibile, poi se ci sarà chi è più bravo di noi gli stringeremo la mano”.

- Ma come si batte il Città di Palermo? Vignoli punta soprattutto sul collettivo.

“Il nostro punto di forza è il gruppo e l’attaccamento alla maglia che hanno questi ragazzi, elemento che in tanti anni di carriera difficilmente ho riscontrato dove ho giocato. Ai miei compagni dico di continuare a vivere con serenità, con voglia, con fame e con spirito di sacrificio anche questo evento, che é una grande vetrina per tutto il mondo del Futsal Cesena ma che è anche il giusto premio a una stagione fenomenale. Alla quale c’è ancora da scrivere il finale”.