VIP Tombolo, mister Zanetti: ''Final Four? Viviamola serenamente, coscienti delle nostre capacità''

Iniziato il conto alla rovescia per la Final Four di Serie A2 femminile, in programma l’1 e il 2 aprile a Policoro.


Tra le quattro contendenti per l’ambita Coppa Italia di categoria, il VIP Tombolo, fresco di matematica promozione in A: il frutto di una stagione praticamente perfetta.


Alla guida della compagine veneta, Luigi Zanetti, che commenta così l'aver raggiunto la Final Four: “Il fatto di aver ‘terminato’ prima il campionato rispetto agli altri e di aver avuto un po’ più di tempo per organizzarci, ci ha permesso di pensare a questa competizione e di conseguenza ben figurare. Stiamo lavorando in questa ottica, con l’organizzazione adeguata che richiede una gara secca, e un’attenzione particolare a tutti i dettagli”.


In semifinale, ad attendere il VIP ci sarà la formazione campana dell’Irpinia, capolista indiscussa del girone D: “Come tutte le avversarie che si incontrano durante le stagioni, è stata analizzata e preparata sul campo per trasmettere le informazioni alle ragazze. Su una prima analisi mi aspetto una gara a viso aperto, dove potrà far la differenza chi avrà un po’ più di gestione del campo e della partita. Immagino sarà una semifinale di Coppa tra due squadre che arrivano con la voglia di far bene”.


Il fattore psicologico sarà fondamentale: forte di un ricco e lungo percorso nel calcio a 5, mister Zanetti sta lavorando con le sue ragazze anche in questo senso: “Sto cercando di portare più possibile tranquillità, vista la mia esperienza maturata negli anni in questo sport, cercando di fare in modo che le senatrici trasmettano la mentalità corretta alle compagne più giovani. Alle ragazze dico che dobbiamo viverla in modo sereno, coscienti delle nostre capacità”.


In conclusione, sulla stagione esaltante del VIP: “Le prospettive erano vincere il campionato e salire dunque in Serie A, e partecipare alla Coppa Italia. Gli obiettivi sono stati centrati: ne ero convinto poiché mi avevano messo a disposizione quello che avevo chiesto, ovvero gettare le basi in prospettiva di un salto di categoria. Alla seconda giornata, quando è arrivata la nostra unica sconfitta, ho capito che questa squadra poteva fare tanto. E così è stato”.


Valentina Pochesci


Foto @VIP Tombolo 



COPPA ITALIA SERIE A2 FEMMINILE