#futsalmercato, con Ayose e Orellana la Leonardo parla sempre più spagnolo. Restano Acco e Fernando

Hanno salutato Jota e Panucci, sono arrivati Ayose e Orellana a compensare le pedine nella scacchiera dei giocatori non italiani in forza alla Leonardo per la stagione 2021/2022, che rivedrà la formazione cagliaritana impegnata nel girone A di Serie A2. Il quartetto di “stranieri” è completato da Rodrigo Acco e Fernando Dos Santos, che hanno confermato la loro presenza in maglia arancionera, zittendo le voci che li volevano entrambi destinati a partire.


Rodrigo Acco, ex Tubarao e Petrarca Padova, sembrava in procinto di restare in Brasile prima di trovare l’intesa con la società presieduta da Gianluca Manca: per lui sarà la seconda stagione completa alle dipendenze di Tony Petruso, cui vanno sommati i due mesi disputati a Cagliari prima dello scoppio della pandemia dopo il trasferimento dal Petrarca.


Per Fernando Dos Santos, invece, sono subentrate questioni di carattere personale e lavorativo a far cadere l’opzione di un passaggio al regalato di cui Calcio a 5 Anteprima aveva dato notizia lo scorso 14 giugno (LEGGI QUI): lo spagnolo di Gran Canaria ma di genitori brasiliani, resterà dunque nel capoluogo dell’isola, per dare il suo sostanzioso apporto in fatto di gol (ben 18 nel solo campionato dello scorso anno, 39 nel triennio in Sardegna).


I NUOVI ARRIVI - E da Gran Canaria giungono anche i volti nuovi della Leonardo per la prossima annata di seconda divisione. Il primo, in verità, è un giocatore che ha già avuto modo di mettersi in mostra in Italia, perché Ayose Sanchez Curbelo, universale di 33 anni, ha militato prima nel Gruppo Fassina e poi nel Barletta e nel Maccan Prata, ma in Spagna hà giocato anche nella Division de Honor della Liga con l’Uruguay Tenerife.


Ed è stato proprio Ayose a suggerire al presidente Manca di informarsi su quell’Adrian Orellana, classe 1997, pivot che nella passata stagione militava nel Gran Canaria nella Segunda Division B della Liga iberica: informazioni sfruttate dal numero uno della Leonardo che ha chiuso l’accordo portando a Cagliari un giocatore di qualità e temperamento, utilissimo per le necessità in fase di verticalizzazione di mister Petruso.


Insomma, una Leonardo che mantiene alti i giri del motore, pronto a tuffarsi per la quinta stagione di fila in un campionato di A2 che mai come quello in arrivo sarà livellato e competitivo.