Barra carica il Lido di Ostia verso il derby: "L'ennesima sfida decisiva, una partita che sentiamo"

Contro la Sandro Abate Avellino è arrivato un ko per il Lido di Ostia, presentatosi al PalaDelMauro con alcune assenze pesanti che hanno indubbiamente avuto un peso nell'economia del match. La squadra allenata da Angelini però guarda già avanti, perché sabato c'è uno snodo cruciale nella corsa alla salvezza. Al PalaDiFiore arriverà infatti l'Aniene per un derby che si preannuncia caldissimo. Sarà utile l'esperienza di capitan Federico Barra, che parte analizzando il ko contro Kakà e compagni. 

"Ci siamo presentati ad Avellino con tre assenze importanti: Motta, Gedson e Gattarelli. Siamo partiti forte, creando qualche occasione senza sfruttarla. Loro ci hanno punito subito e la gara si è messa in salita. Abbiamo cercato di rimanere attaccati il più possibile per giocarci il portiere di movimento alla fine, ma l'espulsione di Pazetti ci ha definitivamente tagliato le gambe. Le note positive non sono comunque mancate, i giovani hanno acquisito minutaggio". 

Non c'è tempo di guardarsi indietro, perché il calendario continua ad incalzare. Sabato c'è una sfida cruciale contro l'Aniene, una partita che potrebbe dare un indirizzo chiaro alla corsa salvezza delle due squadre. 

"Ci aspetta l'ennesima partita decisiva - ammette Barra - si tratta di un derby, una partita che qui a Roma sentiamo. Dovremo cercare di affrontarla con lo stesso spirito dell'andata, dove siamo stati bravi ad imporci in casa loro. Recupereremo due dei tre giocatori che non avevamo ad Avellino. Ce la metteremo tutta per vincere perché vogliamo staccare una squadra forte come l'Aniene di otto lunghezze". 


esp.