Cappello crede nel suo Palermo dei… palermitani: “Ho un gruppo fantastico. Cesena? Ce la giochiamo”

Manca soltanto un giorno all’esordio nelle Final Eight di Policoro per il Città di Palermo. La compagine siciliana arriva a questo atto dopo essersi aggiudicata le sfide contro PGS Luce Messina e Lamezia, e dall’urna ha pescato il Futsal Cesena, squadra temibile come sottolinea il tecnico rosanero, Marco Cappello.

“Il Cesena è una squadra ostica, con un organico che annovera al suo interno anche tanti stranieri. Nel proprio girone si trovano al primo posto, ma noi siamo certi dei nostri mezzi e sono sicuro che ce la giocheremo fino all’ultimo”.

Mentalmente e fisicamente come ci arriva la tua squadra alla tappa di Policoro?

“Viaggiamo sulle ali dell’entusiasmo. Non pensavamo di raggiungere questo traguardo, più che altro perché eravamo focalizzati sul campionato. Oggi invece ci ritroviamo a Policoro, mentre nel nostro girone il Canicattì sta facendo un’ottima stagione e, pur mancando ancora quattro partite, penso solo loro possano perdere i punti di vantaggio acquisiti. Dal canto nostro punteremo a blindare la seconda posizione”.

Oggi si può dire che raccogliete i frutti di un percorso che parte da lontano. Prima con la Mabbonath, negli ultimi anni con il Città di Palermo, sempre e costantemente a ridosso delle posizioni di vertice e con le qualificazioni ai play-off (fatto salvo la stagione della pandemia 2019-2020, dove eravate ripartiti dalla C, vincendo il campionato con il Bagheria).

“Sì, è da tanto che lavoro con gli stessi ragazzi, tutti palermitani, e di questo ne sono fiero. Sono inoltre tutti lavoratori che poi vengono a giocare guidati dalla grande passione verso questo sport. Un percorso che mi ha portato a crescere e ad imparare sempre in ogni stagione; da qualche stagione ormai siamo ai vertici del campionato di Serie B e ogni anno ci prepariamo per i play-off che, come si sa, costituiscono un campionato a parte, dove non è sempre la più forte a vincere, specialmente quando si tratta di partite secche. Fin qui siamo soddisfattissimi del lavoro svolto e la speranza è che il futuro ci riservi qualche trofeo importante. Nella vita, in fin dei conti, sognare non costa nulla…”. 


COPPA ITALIA SERIE B MASCHILE