De Bella, esperienza pura a disposizione del Lido di Ostia: "Qui per il mio grande amico Angelini"

Esperienza infinita a disposizione del Lido di Ostia, così come enorme è l'amicizia che lo lega a Gianfranco Angelini. Tanto grande che Simone De Bella ha deciso di regalare alla sua già lunghissima carriera un'altra chance di grande livello, in Serie A, alla corte proprio dell'ex portiere della nazionale. Il classe 1974 aveva iniziato questa stagione in maglia Atletico Grande Impero, in Serie C1, poi con il blocco dei campionati è arrivata la chiamata del suo grande amico. 

"Non potevo rifiutare, visto che la proposta mi è stata fatta da Angelini, che per è più di un fratello. Devo ringraziare anche l'Atletico Grande Impero che mi ha lasciato libero di andare, ho detto si per questi motivi. E' una sfida stimolante, ma anche difficile. Bisognerà entrare in condizione visto che avevo svolto una preparazione diversa, ma sono uno a cui piacciono le sfide e mi sono tuffato a capofitto: speriamo di ottenere buoni risultati". 

Troppo forte quindi la voglia di mettersi in gioco ancora una volta e portare ad una squadra giovane come il Lido di Ostia tutta la sua esperienza. E chissà che l'obiettivo dichiarato della salvezza non possa trasformarsi in qualcosa di più. 

"L'obiettivo dichiarato è quello della salvezza - conferma De Bella - ma questa squadra al completo può ambire anche ai playoff, può giocarsela con tutti. Il Lido è una squadra fisica, con buona qualità ed organizzata. Stiamo avendo però molte defezioni ogni sabato, e in questo momento dobbiamo guardare chi è sotto di noi. Sia io che il mister, che ha calcato palcoscenici importanti, non ci accontentiamo della salvezza e puntiamo al massimo, provare ad andare ai playoff". 

Il cammino verso l'obiettivo offre una sfida cruciale, quella di domani contro l'Aniene. 

"Si tratta di un derby sentito da entrambe le squadre, una di quelle partite "maschie" ma leali. Ci daremo battaglia perché sono tre punti fondamentali per entrambe le squadre. Faremo di tutto per portare a casa i tre punti perché, come ho detto, non vogliamo solamente la salvezza. Sono tre punti fondamentali, anche a livello mentale. Daremo il massimo, sono convinto che potremo fare bene e proveremo con tutte le nostre forze a fare bottino pieno". 


esp.