La Futura incassa il primo ko, ma punta subito a rialzarsi. Saccà: “Serve più cattiveria agonistica”

Una Futura “incerottata” e con poche rotazioni, torna a mani vuote dalla trasferta di Capurso rinviando anche nella seconda giornata l’appuntamento con la prima vittoria.

“Dopo un buon inizio, nel quale siamo anche passati in vantaggio – commenta il direttore tecnico, Angelo Saccà – abbiamo macchiato la prestazione con due disattenzioni difensive nell’ultimo minuto. Le poche rotazioni non ci hanno permesso di mantenere alta l’intensità e nella seconda frazione abbiamo pagato la stanchezza di alcuni elementi”.

Saccà prosegue.

“Serve senza dubbio recuperare gli infortunati e poi bisogna limitare gli errori. L’esperienza in questa categoria fa tanto e, al primo sbaglio, vieni puniti. Dobbiamo avere più cattiveria agonistica. Lo staff tecnico sta comunque svolgendo un ottimo lavoro e sono certo che già dal prossimo impegno, in casa contro la Gear Siaz, vedremo un’altra Futura, più convinta delle proprie potenzialità”.