La Futura è pronta per il Mascalucia. Zamboni avvisa: “Niente distrazioni o cali di concentrazione…”

Il valore di Nacho Zamboni non lo si scopre certo oggi. Quello che semmai è il caso di sottolineare è come il giocatore sia riuscito da subito ad instaurare un legame di simbiosi nell’ambiente della Futura. La società gialloblù lo ha accolto a braccia aperte, affidandogli in campo le chiavi della regia e ottenendo delle prestazioni, una più rilevante dell’altra. 

Nell’ultimo match, per esempio, contro il Canicattì, l’ingresso in campo nel secondo tempo dell’ex Active Network ha cambiato volto alla partita e poi, con due gol, ha contribuito concretamente alla rimonta ed al sorpasso vincente dei suoi. 

“Onestamente neanche pensavo di giocare sabato scorso, ma grazie a Dio le cose sono andate bene. Non abbiamo giocato un buon primo tempo, ma siamo stati bravissimi nel secondo a reagire e ribaltare il risultato. Sono inoltre contento di essere riuscito a giocare ed aver aiutato la squadra a centrare una vittoria importante, che ci consente di arrivare all’ultima giornata con la speranza di poter salire in A2 direttamente, Catanzaro permettendo”.  

Ultima partita ora col Mascalucia: vincere e poi “fare il tifo” per la Pro Nissa per provare a superare il Catanzaro in vetta.

“Dobbiamo vincere, questo è fuori dubbio, e poi bisogna ‘tifare’ per la Pro Nissa nel recupero del 4 maggio. Ovviamente avremmo preferito che il destino fosse stato interamente nelle nostre mani, però arriviamo bene a questo match. Sicuramente in casa non possiamo fallire, specialmente in questa gara. Non dobbiamo commettere l’errore di rilassarci mentalmente. Dobbiamo fare una grande partita e sono certo che il risultato arriverà”. 

E come la valuti in generale questa annata? 

“Ripeto, speravo di arrivare all’ultima giornata con il destino nelle nostre mani, ma al di fuori di questo penso che abbiamo fatto un grandissimo campionato. Purtroppo anche il Catanzaro ha fatto una stagione stratosferica. Noi abbiamo raccolto il novanta per cento dei punti che non è poco. Magari in un altro campionato avremmo potuto vincere, ma abbiamo trovato sulla nostra strada un’altra squadra che ha tenuto lo stesso nostro ritmo, magari un po' di più. Attendiamo quindi l’ultima giornata nella speranza di arrivare al primo posto, in caso contrario ci prepareremo ai play-off, totalmente un altro tipo di torneo rispetto al campionato in sé”.