Meta Catania, il pensiero è già ai play-off con l'A&S. Musumeci: “Possiamo giocarcela con chiunque”

Ancora nell'elitè del futsal italiano per il terzo anno consecutivo. La Meta Catania Bricocity sabato ha ritrovato vittoria e fiducia, ma soprattutto la consapevolezza di poter competere e battere le grandi. Dopo l'Italservice Pesaro, anche l'Acqua&Sapone sabato scorso è caduta al Palanitta dopo una superba rimonta degli uomini di Samperi. Settimo posto conquistato e chiusura della regular season che ha riconsegnato stimoli e voglia al gruppo etneo.

Questa mattina riprenderà la preparazione dei rossazzurri in vista proprio dei playoff scudetto, quarti di finale all'orizzonte, con ancora una super squadra da affrontare come l'Acqua&sapone al meglio delle tre gare. Sabato la prima in casa degli uomini dei pluri decorati del futsal italiano dove la Meta Catania Bricocity cercherà di tenere testa provando ad invertire la rotta delle gare esterne con una sola vittoria ottenuta quest'anno fuori dal Palanitta. Samperi in vista dei playoff avrà nuovamente a disposizione Italo Rossetti pronto al rientro dopo il riposo forzato.

Meta Catania Bricocity che svolgerà una doppia seduta martedì tra campo e palestra, mentre sedute mattutine mercoledì, giovedì con rifinitura, convocazioni e partenza nella giornata di venerdì.

Ad analizzare il momento della Meta, dopo la vittoria contro l’Acqua&Sapone, è capitan Carmelo Musumeci.

“Venivamo da un periodo difficile, e può succedere nell’arco di una stagione. Siamo caduti, ci siamo fatti male, forse questo ci è servito da lezione. Ci serviva una vittoria come quella contro l’Acqua&Sapone per rinascere. Una grande prestazione, siamo stati straordinari, abbiamo lottato su ogni palla e abbiamo saputo soffrire. Tutto ciò è sintomo di grande squadra e adesso abbiamo due strade. La prima è quella più semplice, accontentarci di quello che abbiamo fatto, al contrario dalla parte opposta, scendere in campo e vincere al di là delle avversarie”.

Fuori casa non è andata bene in stagione, che non sia la volta buona adesso nei play-off?

“Purtroppo, no e non c’è alcuna scusante. Chissà, magari proprio nel momento finale della stagione riusciremo a fare bene. Prepareremo le partite come sempre, testa bassa e lavoro, poi andremo in campo e ci prenderemo quello che verrà. Abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti, ma è altrettanto vero che in gare come queste vince chi si allena forte e chi ci crede veramente. Possiamo dire la nostra”.


Ufficio Stampa Meta Catania