Grappasonni mette in guardia il Laurentino: ''Non abbiamo ancora vinto nulla: avanti con umiltà''

Da cinque stagioni Fernando Grappasonni è uno dei punti di riferimento del Laurentino Futsal Academy. Accompagnatore della prima squadra, è praticamente ll collante tra la formazione di mister Di Rocco e i vertici del club. Il campionato di C1 laziale ha cominciato la sua discesa verso la fase decisiva di un torneo che vede fin qui Merlonghi e soci dominatori incontrastati di un torneo che nessuno aveva messo in preventivo potesse trasformarsi in una marcia trionfale. Lo stesso Grappasonni tutto avrebbe potuto pensare fuorché i “suoi” ragazzi arrivassero al punto di ipotecare la promozione con così largo anticipo.

- Ma cosa ha fatto realmente la differenza rispetto a tutte le altre pretendenti?

“Siamo un gruppo molto unito e compatto, siamo una vera e propria famiglia: ritengo che questa sia stata l’arma in più. A questo punto non possiamo certo nasconderci, siamo lì sopra e vogliamo continuare ad esserci, però sempre con l’umiltà di non sottovalutare mai gli avversari e lottare partita per partita”.

A proposito di partite, domani è in programma il test in casa dei CCCP, si gioca per la terza giornata del girone di ritorno.

- Grappasonni, a questo punto possiamo dire che l'unica avversaria del Laurentino è un Laurentino eccessivamente sicuro? Un monito per la squadra?

“Come dicevo dobbiamo sempre tenere in testa che ad oggi ancora non abbiano vinto nulla. Siamo lì sopra ma bisogna sempre avere l'umiltà e la testa giusta da non sottovalutare mai nessuno”.

Il… Laurentino è avvisato.