breaking news New
  • 05/03/2021 18:38 #SerieA2: giocatori convocati in Nazionale, rinviata la sfida tra Napoli e Bernalda
  • 05/03/2021 18:36 Nicolodi-Japa Vieira, l'Italia vola in Finladia: azzurri avanti 2-0 all'intervallo
  • 05/03/2021 13:23 #SerieA2: il derby capitolino apre la diciottesima giornata. Alle 20 c'è Lazio-Roma

05/01/2021 23:00

La Futura ritrova il campo amico. Fiorenza: “Contro il Casali del Manco è un derby insidioso"”

La capolista Futura torna a giocare al Polivalente di Lazzaro dopo oltre cinquanta giorni. L’ultima sfida vide i gialloblù clamorosamente sconfitti dal gol di Costamanha, contro l’Arcobaleno Ispica. Da allora sono seguite solo due partite, in trasferta, contro Canicattì ed Acireale, vinte entrambe dal roster guidato da mister Fiorenza.

Tante componenti da considerare in questo ritorno in casa, su tutte la voglia di tornare a vincere tra le mura amiche e, soprattutto, mantenere il comando della classifica.

E proprio a mister Fiorenza abbiamo chiesto come arriverà la squadra a questo primo appuntamento del 2021.

“Nonostante pandori, torroni e qualche acciacco non preventivato, che vede anche il capitano Pannuti ai box, siamo pronti e carichi per affrontare il match di domani. Durante la pausa natalizia ci siamo potuti allenare con regolarità, pianificando unitamente al nostro preparatore dottor Lamberti il lavoro da intraprendere nei prossimi mesi. I ragazzi non vedono l’ora di scendere in campo”.

-Contro il Casali del Manco che insidie ti aspetti da questo derby di Calabria?

“È fisiologico che dopo ogni sosta si possano incontrare delle insidie, considerando anche gli avversari. La squadra del Casali del Manco è, infatti, amalgamata, ben organizzata, dotata di particolare fisicità e vogliosa di fare punti. Sarà una bella sfida”.

-Due partite per te e due vittorie fino a qui e ora la prima in casa da allenatore: in cosa ti aspetti che i tuoi ragazzi dimostrino di essere cresciuti?

“Domani torneremo a giocare tra le mura amiche e devo dire che sono alquanto emozionato poiché sarà la mia prima da allenatore in casa. Dopo le vittorie ottenute nelle due trasferte, mi aspetto che i ragazzi confermino quella consapevolezza di imporre il proprio gioco. Ogni giocatore è indispensabile per il mosaico e per la crescita del collettivo, prima sotto il profilo umano e, poi, sotto quello tecnico. Abbiamo lavorato tanto dal punto di vista tattico, i ragazzi stanno seguendo le indicazioni e giorno dopo giorno stiamo avendo riscontri positivi”.