breaking news
  • 13/04/2021 17:29 Serie A2: doppio Nikao non basta, il Monastir batte la Lazio 3-2 nel recupero del girone B
  • 12/04/2021 21:27 Serie B, girone C: il Modena Cavezzo vince 4-0 il recupero di Bagnolo e torna in vetta

09/03/2021 10:24

Criscuolo vuole un Palmanova al massimo: “A Cornedo gara complicata. Dobbiamo dare tutto in campo”

Questa sera, alle 20,45, il Palmanova affronta in Cornedo in un nuovo match che mette in palio punti pesanti per la salvezza. Nei rispettivi match di sabato le due squadre hanno sicuramente sorriso: i friulani (oggi penultimi con due gare da recuperare) si sono aggiudicati il derby col Maniago, i vicentini invece (terzultimi a tre punti dal Palmanova e con tre gare in meno) hanno pareggiato contro la corazzata Carrè Chiuppano.

Mister Criscuolo, da uno scontro salvezza all’altro: oltre il risultato, cosa prendi di positivo dalla sfida col Maniago da cui bisogna ripartire in vista di questa sera?

“Sinceramente prendo solo il risultato; il resto poco e niente perché è stata una brutta partita. Logicamente quando arrivi a questo tipo di gare e devi fare punti a tutti i costi, subentrano tanti fattori. L’importante era la vittoria e così è stato. Naturalmente con il Cornedo servirà un altro tipo di partita. Loro sono una squadra che non merita la posizione che occupa e inoltre sabato, contro il Chiuppano, ha fatto benissimo. Sarà una gara difficile e dal canto nostro non abbiamo tante soluzioni. Oltre la vittoria non possiamo più fare calcoli perché le partite che mancano sono ormai poche”.

Che partita ti aspetti in generale?

“Sarà una partita comunque in cui bisognerà stare concentrati dal primo all’ultimo minuto; i ragazzi sanno l’importanza della posta in palio. Sono giocatori che hanno esperienza e sono sicuro che daranno tutto per vincere, lottando fino all’ultimo istante. Logicamente mi aspetto una gara diversa da quella contro il Maniago e i miei ragazzi lo sanno”.

Il tecnico conclude.

“Mancano ormai poche giornate e quello che spero più di tutto, a prescindere dal risultato finale e dalla classifica, è che a fine stagione io ed i miei giocatori possiamo guardarci negli occhi consapevoli, dovesse andare male, di aver fatto tutto e di aver dato l’impossibile per salvare la squadra. Lo dobbiamo a questa società che ha fatto tanti sforzi e tanti sacrifici per partecipare al campionato di Serie B, specialmente in quest’anno caratterizzato negativamente dal Covid”.