breaking news New

20/01/2021 14:00

Il recupero non sorride al Pontedera: troppi errori dei bianconeri, il Sant'Agata fa bottino pieno

Troppi errori individuali e avversari più cinici nel capitalizzare sui regali fatti dal Pontedera. In estrema sintesi, questo è il bilancio, in profondo rosso, per gli uomini di mister Sardelli al termine della sfida infrasettimanale con il Sant'Agata. Sicuramente ci sono da fare i complimenti agli emiliani, che si sono imposti a Bientina per 3-7, ma è altrettanto vero che i bianconeri devono recriminare sui tanti contropiedi concessi, i palloni persi in fase di impostazione e la poca cattiveria sotto porta. Dopo appena 10' il Futsal Pontedera era già sotto 0-3 e a niente sono valsi i tentativi di rimonta di Caciagli e compagni. Obiettivo da qui alla trasferta di sabato sul campo dell'Aposa è recuperare le energie e trovare la forza per invertire il trend negativo che sta accompagnando i bianconeri nel 2021.


Nel recupero della sesta giornata del girone di andata, bastano pochi secondi al Sant'Agata per passare in vantaggio. Conti intercetta il passaggio di Losada a G. Camero e infila il pallone alle spalle di Laino. Il Pontedera cerca l'immediato pareggio con capitan Caciagli, il suo tiro viene deviato da Zoboli con la punta dei piedi. Al 5', su un corner per gli ospiti, Laino respinge il pallone su Ammendola che firma il raddoppio. I bianconeri hanno la chance per rientrare subito in partita, ma Maggini in tre contro due spara addosso al portiere. Dopo il palo colpito da Di Norcia, è lo stesso numero 3 del Sant'Agata a trasformarsi in "assistman" per lo 0-3 di Beltrami.

 

A scuotere i ragazzi di mister Sardelli è Losada che, di tecnica e prepotenza fisica, con un bel tocco sotto brucia Zoboli e accorcia le distanze. Con il passare dei minuti, il Futsal Pontedera sale di colpi ma non raccoglie quanto semina. Sia Nannicini che Pisconti hanno sul piede la palla del 2-3, entrambi i tentativi vengono però respinti da un paio di grandi interventi di Zoboli.

 

In avvio di ripresa, è ancora Zoboli a dire di no a Maggini, lanciato a tu per tu con il portiere da un bel filtrante. Dopo l'occasione mancata, il Pontedera subisce un uno-due di stampo pugilistico. Prima Garofalo calcia in porta un tiro che Nannicini salva sulla linea, l'arbitro ritiene però che la palla abbia varcato completamente la porta e assegna la rete agli ospiti, poi tocca a Beltrami realizzare l'1-5 a porta vuota dopo un errore in fase di disimpegno. Con le spalle ormai al muro, il Pontedera tira fuori gli artigli mettendo in piedi un deciso forcing.

 

A 10'14" dalla fine, Pisconti libera una bella conclusione, Ammendola intercetta la sfera con la mano in area, dal dischetto non Losada non fallisce. La partita si riapre due minuti dopo, quando Pisconti salta un uomo sulla sinistra e mette in mezzo per Gambino che batte Zoboli. Purtroppo, però, un nuovo contropiede regala ad Ammendola la chance per scaricare un diagonale che vale il 3-6. Il gol su punizione di Halitjaha poco più tardi uccide definitivamente le speranze dei bianconeri. L'assalto finale del Futsal Pontedera produce solamente una traversa di Gambino e una mischia in area di rigore risolta dall'uscita di Zoboli sui piedi di tre bianconeri per evitare il peggio.  

 

Ufficio Stampa Pontedera