MGM 2000, con l'Avis Isola è da dentro o fuori. Fiducia Di Gregorio: ''Il tifo sarà tutto per noi!''

Il momento più importante della storia della MGM 2000 è arrivato. Domani pomeriggio, alle 16, al PalaFaedo di Morbegno, l’incrocio con i piemontesi dell’Avis Isola vale una stagione. 


Sfida da dentro o fuori nel primo turno dei playoff del campionato di Serie B. Dopo il terzo posto conquistato nella stagione regolare, la squadra di Gianmaria Craperi è pronta a tuffarsi negli spareggi. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari sono previsti i supplementari. Se l’equilibrio persisterà anche dopo i due tempi supplementari a passare il turno sarà la MGM, perché classificata meglio rispetto alla compagine piemontese. 


Uno dei leader indiscussi della squadra neroverde, Yuri Di Gregorio, non si stupisce di trovarsi a questo punto della stagione a giocarsi un match di tale rilevanza.


“Sicuramente sapevo della forza della squadra e mi aspettavo un rendimento alto da parte di tutti. Dopo una partenza complicata e con dei cambiamenti operati nel mercato invernale abbiamo imboccato la strada giusta e non ci siamo più fermati. Per quanto riguarda il match con l’Avis Isola sarà una sfida difficilissima e allo stesso tempo bellissima perché incontriamo un team che è in piena forma come noi, composto da giocatori di grande spessore, che non mollano mai. Ce la giocheremo fino all’ultimo, ma abbiamo fame e voglia di passare il turno, giocare in casa davanti al nostro pubblico inoltre è uno stimolo in più per far bene”.


Il numero 7 neroverde è abituato a vivere questo tipo di sfide.


“Ho già disputato diverse volte dei playoff per salire in A2 quindi sono abituato a questo tipo di partite. Per la società è un traguardo molto importante, quindi ci teniamo davvero tanto a far bene”.


Di Gregorio si sofferma su quello che serve per spuntarla in queste partite.


“Vince chi ha più voglia e più fame, noi siamo un’ottima squadra e loro pure, quindi sicuramente la grinta e la voglia di vincere possono fare la differenza. Per quanto riguarda la pressione sono sicuro che tutta la squadra è pronta ad affrontare una partita del genere, compresi i più giovani. Non capita sempre di giocare partite del genere quindi deve essere uno stimolo in più”.


Il giocatore neroverde è stato un grande protagonista dell’annata neroverde con 27 gol e 26 assist, dimostrando oltre alla sua solita sete di gol, anche grande altruismo verso i compagni. In quasi tutte le reti della MGM c’è stato il suo zampino.


“Sono davvero contento della stagione disputata finora sia per l’obiettivo raggiunto dalla squadra che per il mio personale. Quest’anno ho segnato qualche gol in meno rispetto alla stagione scorsa, ma ho lavorato molto di più per la squadra”. 


UFFICIO STAMPA F.C.D. MGM 2000