MGM 2000, il 'tour de force' inizia a Isola d'Asti. Ghezzi avverte: ''L'impegno è di quelli tosti''

È il nuovo acquisto Tommaso Ghezzi a suonare la carica in vista del ritorno in campo della MGM 2000. Prima uscita del 2022 per i morbegnesi, che domani pomeriggio alle 16, in Piemonte incroceranno la propria strada con quella dell’Avis Isola, sfida valida per la tredicesima giornata del campionato di Serie B. Un incontro dal sapore di playoff: le due compagini sono attualmente divise da una sola lunghezza, anche se i piemontesi hanno disputato una gara in più. 


Ghezzi, arrivato nel mercato invernale dal Leon, è già pronto a ricoprire un ruolo importante. 


“L’ambientamento è andato benissimo, sia con i compagni sia con lo staff tecnico. Sono davvero contento della scelta fatta. L’impegno contro l’Avis Isola è di quelli davvero tosti. È una delle squadre più forti di questo girone che ho incontrato finora. Hanno esperienza e tecnica. Come quintetto titolare ritengono siano secondi solo alla capolista Domus Bresso. All’inizio hanno avuto qualche problema e hanno perso un po’ di punti”. 


Per la squadra di Craperi l’anno si era chiuso con dieci punti in quattro gare. Una risalita che aveva proiettato la squadra neroverde in quinta posizione, in piena zona playoff. Ghezzi spera che il trend positivo prosegua. 


“L’obiettivo, anche se questo è uno dei campi più difficili, resta quello di vincere. È uno scontro play-off, assume ancora più valore”. 


Ghezzi si è soffermato sull’impatto dell’emergenza sanitaria sul campionato, i contagi da Covid sono in ascesa, ma un eventuale stop del torneo non è condiviso dal neo giocatore neroverde.


“Se siamo riusciti a portare a termine la scorsa stagione quando non c’erano ancora i vaccini, non vedo perché quest’anno si debba fare un passo indietro. Andare avanti a giocare è giusto, a patto che le società siano corrette, rispettando le regole. Per rinviare le partite devono esserci 5 casi positivi, non di meno. E i 5 positivi devono essere dimostrati. Il regolamento va applicato in maniera severa, se no si rischia di scaturire un caos completo. Quindi devono esserci più controlli”. 


La MGM in questo periodo sarà chiamata a un vero “tour de force”: mercoledì sera è in programma il recupero con il Leon, tre giorni dopo la squadra dovrà volare in Sardegna per affrontare il C’è Chi Ciak Serramanna. Partite che daranno già importante indicazioni sulle ambizioni della squadra valtellinese.


UFFICIO STAMPA F.C.D. MGM 2000