MGM, con il Cagliari è quasi da dentro o fuori. Dei Cas: ''Una cosa è certa: è vietato perdere''

Sfida cruciale per la Mgm 2000 domani, in chiave salvezza. Contro il Cagliari Futsal gli uomini di Gianmaria Craperi si giocano una buona fetta di stagione. Le dirette avversarie viaggiano a ritmi alti, diventa inevitabile portare a casa l’intera posta in palio. I sardi hanno il doppio dei punti dei morbegnesi, 18 contro 9, ghiotta dunque l’occasione per ridurre il gap. Il vicepresidente, Matteo Dei Cas, è conscio delle difficoltà del match in programma al PalaFaedo alle 16.


“Mi aspetto una partita molto difficile e combattuta, che verrà probabilmente risolta nei minuti finali. Ci vorrà pazienza e attenzione nel curare la fase difensiva”.


Il Cagliari è in un buon momento di forma, è infatti reduce da due successi consecutivi. La Mgm si presenta a questo incontro dopo due sfide dall’andamento completamento diverso: con la Domus Bresso in casa era arrivata la migliore prestazione stagionale coincisa con la prima vittoria sul campo, con il Futsal Monferrato in trasferta la squadra ha commesso troppi errori, pagandoli a caro prezzo ai fini del risultato. Dei Cas ha parlato della formazione sarda.


“È un team di valore in netta crescita. La posizione che occupa in classifica non rispecchia il loro reale potenziale. Hanno in Serginho, Atzeni e il giovane Fratini i loro punti di forza. Per nostra fortuna il primo non ci sarà perché squalificato”.


Dei Cas non vuole sentir parlare di ultima spiaggia, nonostante la posizione in graduatoria.


“La partita di domani non è l’ultima chiamata verso la salvezza, perdere però complicherebbe ancora di più i piani. Se dovessimo vincere il discorso salvezza sarebbe completamente riaperto”.


I progressi della Mgm nelle ultime uscite sono stati evidenti, con il rientro di diversi elementi la formazione morbegnese ha sicuramente cambiato volto.


“Ho visto un miglioramento della squadra nelle ultime partite, anche se sabato scorso contro il Monferrato sono venute fuori ancora una volta le nostre vecchie abitudini, ovvero i cali di concentrazione nella seconda parte di gara – ha proseguito Dei Cas. - Il recupero di tutti gli effettivi ci potrà certamente far comodo nella volata finale, ma sarebbe stato fondamentale avere l’organico al completo per tutto il campionato. I numerosi infortuni che abbiamo avuto hanno condizionato fortemente il nostro percorso”.


 Il vicepresidente neroverde si è soffermato anche sulle difficoltà di un campionato come quello di questa categoria.


“Sapevo con certezza che la Serie B sarebbe stata dura e impegnativa, anche se a differenza degli scorsi anni le rose sono tutte molto competitive. Non c’è paragone con la C1, in questa categoria non bastano alcuni giocatori di qualità per fare la differenza e vincere le partite. Occorre avere la mentalità giusta ed essere disposti al sacrificio. Poi ci si è messa anche la pandemia a rendere ancora più complicato il nostro esordio nella serie cadetta”. 


SIMONE BELLETTI - ADDETTO STAMPA F.C.D. MGM 2000