#RoadtoF4, qui Napoli Barrese. Virenti: ''Il pubblico di San Sebastiano sarà il sesto uomo in campo"

Sarà uno dei giocatori più attesi sul palcoscenico di San Sebastiano al Vesuvio. Claudio Virenti, laterale offensivo di 25 anni, è uno dei tasselli dello scacchiere di Ivan Oranges capaci a decidere le sorti di una gara nel momento che meno te lo aspetti. Un passato nel Napoli, nel Marigliano e a Benevento, poi la discesa nei regionali: dalla Dalia Management alla Napoli Barrese, ma tanta qualità nei piedi di questo attaccante che sta letteralmente scalpitando.


- Ancora due giorni e saranno Final Four. Come state vivendo questa attesa soprattutto pensando che come società organizzatrice e padrona di casa avrete delle responsabilità indubbiamente più elevate rispetto alle altre finaliste?


“Sono giorni importanti e ci stiamo preparando al meglio per questo ultimo sprint, un appuntamento che sia la società che noi giocatori riteniamo molto importante. Sicuramente non ci poniamo limiti, avremmo il supporto del pubblico, come se ci fosse un sesto uomo in campo ad aiutarci. Il Bissuola è una squadra molto organizzata, in questi giorni l’abbiamo seguita abbastanza. E’ arrivato il momento: siamo pronti a giocare”.


- In semifinale affrontate una squadra di notevole caratura, visto che il Bissuola ha dominato la C1 veneta. Che partita ti attendi e come la state preparando nello specifico?


“In settimana abbiamo visto nello specifico un loro paio di gare... ci siamo preparati di conseguenza e allenati bene. Ora parlerà il campo”.


- Come giudichi infine la tua stagione alla Barrese?


“Abbiamo fatto un buon percorso fin qui. Credo che per tutti i sacrifici che facciamo meritiamo di vincere questa competizione, e dico tutti.. sia società che noi. Perciò venderemo cara la pelle”.