Barrese, quasi una passerella a Campobasso. E Bico pensa... al Cus: ''Sabato sarà il grande giorno''

La Napoli Barrese affronta la gara di ritorno di Campobasso confortata dalla netta vittoria dell'andata ma anche da come si stanno mettendo le cose in campionato dove, grazie all’ultimo passo falso del Casagiove, la festa per la promozione in Serie B potrebbe essere organizzata in anticipo rispetto al previsto. 


“Lo sai che ti dico? Speriamo di festeggiare già sabato già con tre giornate di anticipo”.


Non una semplice speranza quella di Bico Pelentir, il leader indiscusso della squadra di Ivan Oranges, che si fa subito due calcoli e crede a chiare tinte che i giochi per il nazionale siano ormai pressochè fatti. Come d’altronde quelli per la qualificazione al secondo turno della Coppa Italia nazionale.


- Passaggio del turno che non pare essere in discussione, però non pensi che sia il caso di richiamare i tuoi compagni a giocare la partita senza concedersi troppe distrazioni? Dove avete fatto realmente la differenza nella gara di andata?


“La partita di andata è stato importante vincerla con una buona differenza reti. Sapevamo che per passare il turno dovevamo fare il meglio possibile in casa, vincere erano fondamentale soprattutto con una squadra come il Campobasso. Non sono in tanti, ma hanno una buona base, un quartetto iniziale davvero forte. All’andata sono state importanti la voglia e la cattiveria di vincerla. Sappiamo che domani non sarà come all’andata ma la differenza reti ci aiuta tanto nella gestione della gara. Comunque andremo lì concentrati per fare risultato”.


- In campionato ormai siete lanciatissimi verso la promozione: hai detto che sabato ti piacerebbe festeggiare?


“Sì, siamo a più 7 punti e sabato abbiamo una partita in casa contro il CUS Napoli, che sicuramente prevedo equilibrata, però il nostro obiettivo è vincere il campionato… sarà la partita più importante dell’anno”.