Castiglione non è del tutto soddisfatto: ''Canicattì, sul quinto di movimento si può fare meglio''

La sagra del gol del “Livatino Saetta” alla fine ha premiato il Canicattì, che l’ha spuntata per 10-8 al termine di un confronto che sicuramente non ha annoiato il pubblico intervenuto. A mister Giuseppe Castiglione viene spontaneo chiedere qual è stato secondo lui l'elemento che ha permesso di prevalere sull’Audace Monopoli ma anche dare una valutazione su una prestazione difensiva che va comunque rivista perchè prendere otto gol in un colpo solo e 30 nelle prime sette giornate è probabilmente troppo.


“La partita di sabato scorso è aperta a qualsiasi interpretazione tecnico-tattica. È stata sicuramente una bella gara, frizzante, aperta, ma solo nel risultato nel primo tempo, ma in netta supremazia nel secondo. Poi esiste il power-play ed esiste una squadra, il Monopoli, che evidentemente lo allena in modo adeguato e faccio i complimenti al loro mister in linea generale. Abbiamo difeso perdendo le distanze tra i giocatori e abbiamo preso tre gol, di cui uno non lo considero con il portiere di movimento, perché nasce da una battuta ‘fast’ di un calcio d'angolo, con i miei totalmente distratti. Se vogliano parlare di prestazione difensiva ti dico che abbiamo toppato quella sul quinto di movimento, ma quella generale la ritengo soddisfacente: una squadra che attacca tanto concede ripartenze quasi fisiologiche. E se mi chiedi cosa abbiamo scritto sabato a fine partita, ti sembrerò crudo: +3”.


Va bene così.