breaking news

14/05/2021 10:52

Cus Molise, col Cobà per scrivere la storia. Sanginario: “Proviamoci, lottando come ad Ortona”

I sogni sono fatti per essere realizzati. E siccome sognare non costa nulla il Circolo La Nebbia Cus Molise cercherà di aggiungere un altro capitolo ad una storia che ha raccontato fino ad ora cose bellissime. La squadra di Marco Sanginario affronterà domani il Futsal Cobà nel secondo turno dei playoff, quello che in caso di vittoria darà accesso alla semifinale (da giocare contro la vincente della sfida del girone D tra Cosenza e Polistena in gara di andata e ritorno). I rossoblù si presenteranno a Porto San Giorgio (inizio alle ore 16) per vendicare sportivamente parlando il ko rimediato nella gara di ritorno e provare ad allungare ancora la stagione. La squadra marchigiana ha nella propria rosa giocatori di grande esperienza e qualità (come ha dimostrato la gara contro il Gubbio di sabato scorso e non solo) ma il Cln Cus Molise non parte battuto. I campobassani, che ritrovano Di Stefano dopo la squalifica, hanno confermato di avere un buon potenziale e di poter mettere in difficoltà qualsiasi squadra. La vittoria di Ortona ha tra l’altro sottolineato a chiare lettere che i rossoblù sono tornati quelli di inizio campionato. Per intenderci la squadra capace di imporre lo stop proprio ai lanciatissimi Sharks nella gara di andata (5-4 al PalaUnimol). Da allora è passato tanto tempo ma il Cln Cus Molise ha ancora la voglia e le possibilità di regalare e regalarsi delle belle soddisfazioni.

 

“Rivedere ad Ortona una squadra che lotta su ogni pallone e non molla mai mi ha fatto felice e mi ha reso consapevole del fatto che questi ragazzi sono straordinari – afferma alla vigilia il trainer Sanginario – domani andremo ad incontrare una delle squadre che a inizio campionato era considerata tra le favorite per la vittoria finale. Il Cobà anche nella Final Eight giocata proprio a Porto San Giorgio ha dimostrato il suo grande valore mettendo in difficoltà il Napoli che ha poi vinto la manifestazione. Giocatori del calibro di Borsato, Manfroi, Del Pizzo, rappresentano un lusso per questa categoria. Andremo nelle Marche pronti a fare la nostra partita come sempre, provando a metterli in difficoltà con il nostro gioco. Siamo consapevoli delle difficoltà che incontreremo ma anche delle nostre tante qualità da poter sfruttare”.

 

Il Cln Cus Molise giocherà dunque con il coltello tra i denti deciso a proseguire il suo cammino nella competizione.

 

“I playoff sono una cosa a parte rispetto al campionato – rimarca il trainer rossoblù – ogni partita ha una storia e va affrontata con la giusta concentrazione. Abbiamo visto ad Ortona che trattandosi di una gara secca tutto può succedere, il futsal è imprevedibile. Ci siamo allenati bene e faremo il massimo per andare avanti negli spareggi. La nostra stagione è stata fino ad ora fantastica, possiamo però renderla ancora più bella. Ci proveremo”.

 

Ufficio Stampa

Stefano Saliola