Dalia, trasferta ad Acerra. Henry lo sa bene: "Ci vorranno tenacia e umiltà per un'altra battaglia"

Un Dalia Management festante tra Cadetteria e Under 19. Tra la prima squadra che, vittoriosa col Colleferro, da settima in classifica vorrà cercare di bissare ad Acerra, ed i più piccoli spettacolari a Bucchianico e qualificati ai quarti di coppa di categoria, è un ottimo momento per i percorsi degli irpini.

Il classe '05 Thierry Henry, giunto sul gong del 2023 in Campania, è tra i minimi comuni denominatori di entrambe le rose ed in terra abruzzese ha mostrato le sue doti con la volontà di innalzare ulteriormente il suo livello anche per la prima squadra.

"Credo che non solo i gol – dice, - ma anche i successi siano il risultato di un lavoro ben fatto durante tutta la settimana (ne ha messe a referto tre mercoledì di reti, ndr). Cerchiamo di compiere le scelte migliori ogni volta, puntando sempre a vincere ovviamente. Secondo me la costanza potrà essere ciò che ci condurrà verso l'alto e personalmente voglio continuare a spingere a dare il massimo per aiutare i miei compagni. Sono concentrato e determinato a progredire sempre di più per questi colori".

Tra gioie ed ambizioni

"Tra sabato scorso ed il match infrasettimanale siamo riusciti a ottenere due ottime soddisfazioni, abbiamo pensato in grande non avendo tentennamenti. Ci vorranno ancora umiltà e tenacia per un'altra battaglia che ci attende con gli oronero. Personalmente sono molto contento di avere l'opportunità di giocare in questa famiglia e dico famiglia, perché è così che mi sono sentito dal giorno in cui sono arrivato per come sono stato accolto dai miei compagni, dallo staff tecnico e da tutto il direttivo.  Ringrazio in particolare Roberto Dalia per la chance e la fiducia. Tutto questo affetto ha reso più semplice adattarmi e ripagherò sul parquet".


n.s.


foto: Ascione Alessandro