Il Canicattì non vuole fermarsi al… Palo. Il monito di capitan Marino: “Non più punti persi in casa”

Le due vittorie ottenute tra Coppa Italia (con annessa qualificazione alla Final Four) e campionato, hanno consentito al Canicattì di risollevarsi dopo il ko nello scontro diretto col Taranto. Morale alto ed ora c’è la sfida col Palo Del Colle. Che partita si aspetta capitan Giovanni Marino?

“Sì, è tornato nuovamente l’entusiasmo, dopo la sconfitta in casa col Taranto. Avevamo perso un po’ di fiducia, visto che era una partita veramente importante dove si poteva decidere gran parte del campionato. Sapevamo di affrontare la squadra più attrezzata e purtroppo non è andata come speravamo tutti; merito a loro. Adesso ci aspetta una partita molto complicata, con una squadra in salute reduce da quattro risultati utili consecutivi. Noi, nonostante qualche assenza abbiamo lavorato bene in settimana e ci faremo trovare pronti. Non vogliamo più perdere punti in casa”.

Il capitano prosegue.

“Siamo stati bravi a rimboccarci subito le maniche e dopo due giorni siamo andati a prendere una grandissima vittoria a Taranto staccando il biglietto per la Final Four e scrivendo la storia di Canicattì. Personalmente il traguardo Final Four l’ho inseguito da una vita. Poi Abbiamo subito ritrovato anche i tre punti in campionato contro un Molfetta che non si è mai arreso. Insomma, sono stati dieci giorni interminabili”.

Siamo a metà del girone di andata: questa giornata può già fare capire quali sono gli equilibri, in testa e in coda, di questo girone D?

“Mancano sei partite alla fine del campionato. Abbiamo gli stessi punti del Taranto, ma a me non piace guardare la classifica o fare dei pronostici. Sappiamo che davanti a noi abbiamo una squadra costruita esclusivamente per vincere il campionato; sappiamo che loro da qui alla fine perderanno pochi punti e quindi il nostro obbiettivo è quello di pensare esclusivamente a noi, cercando di fare quanti più punti possibili. Sappiamo che la vittoria del campionato non dipende più solo dal Canicattì, purtroppo, ma abbiamo anche un secondo posto da difendere per disputare il ritorno delle gare playoff sempre in casa”.

Marino conclude.

“Penso che stiamo facendo qualcosa di straordinario; a un mese e mezzo alla fine del campionato abbiamo gli stessi punti della corazzata del girone, siamo alle Final Four e siamo primi nel campionato Under19, con due dei nostri gioiellini, Vincenzo Caltabiano e Matteo Urso, che adesso sono stati selezionati dalla Nazionale Under19. Quindi penso che siamo sulla strada giusta e dobbiamo continuare a pensare esclusivamente a noi, con la solita umiltà che ci ha sempre contraddistinto e con un pizzico di follia per provare a continuare a sognare in grande”.