breaking news

07/02/2021 12:00

Il Signor Prestito incanta a Dosson: Wilde e Santos (e un'autorete) lanciano i lucani verso il podio

Sorprende sempre di più questo Signor Prestito CMB, che con il piglio della grande squadra espugna il PalaDosson accorciando in maniera significativa la classifica nelle zone limitrofe al podio: con la vittoria per 3-2 sulla came, il distacco dal terzo posto dei veneti si è ridotto a soli tre punti, mentre la Syn-Bios Padova, ko a Pescara, dista adesso una sola lunghezza. Insomma, martedì sera a Matera, lo scontro diretto coi petrarchini di Giampaolo potrebbe valere la conquista di un prestigioso quattro posto, a conferma di un valore che la formazione di Nitti sta progressivamente dimostrando senza far trasparire il minimo atteggiamento di dimissione nei riguardi delle grandi, anzi tutt’altro.


E così è stato anche a Dosson, dove la squadra materana è stata sempre avanti nel punteggio, sbloccato dopo 2’30” grazie a un’autorete di Belsito sul corner di Santos. Signor Prestito che sfiorava anche il raddoppio con Bizjak al 4’48”: sul pallonetto in uscita a Pietrangelo si immolava letteralmente Bertoni per togliere la palla dalla porta. Ma il 2-0 era nell’aria e legittimava la superiorità espressa fino a quel momento da Cesaroni e compagni: 9’, Santos rubava palla a Ugherani e l’appoggiava per il tocco sotto misura del solito Wilde. Vane le proteste trevigiane che reclamavano per un presunto fallo di Santos sull’azzurro.


Ma il Signor Prestito non era pago: Wilde era egoista al 9’50” nella ripartenza due contro il portiere e invece di appoggiare al liberissimo Santos preferiva la conclusione personale trovando la risposta di Pietrangelo, che al 13’48” ribatteva di piede una rasoiata di Weber in proiezione offensiva. La palla perveniva a Wilde, appoggio centrale per Bizjak e destro strozzato che terminava a lato con la porta praticamente sguarnita. La Came si faceva vedere un minuto più tardi con un destro potente di Belsito deviato da Weber, che poi si opponeva a Vieira al 17’: sugli sviluppi del corner si innescava la ripartenza del CMB, Wilde tagliava sulla destra per Cesaroni ma Pietrangelo compiva un miracolo evitando la terza rete. Gol mangiato gol subito: al 17’49” Galliani atterrava Juan Fran, rigore un po’ dubbio che Japa Vieira trasformava nonostante Weber avesse intuito la traiettoria della sfera.


La ripresa si apriva con la scorribanda di Cesaroni che al 2’ saltava l’uomo ma il suo sinistro veniva deviato da Pietrangelo in uscita. Al 4’25” Bertoni impegna Weber con un forte destro dalla distanza, pochi attimi dopo ci prova Grippi ma Weber fa buona guardia. La Came continua a manovrare ma senza creare problemi: al 13’15” Azzoni impegna Weber in una respinta coi pugni. Al 16’ ancora Cesaroni semina il terrore sull’out destro, ma perde la coordinazione e tira sull’esterno della rete. E’ l’anteprima della terza segnatura lucana che arriva a 3’45” dalla fine: Pulvirenti carpisce la sfera a Bertoni, passaggio a Santos e sinistro millimetrico nell’angolino.


A novanta secondi dalla sirena, combinazione tra Vieira e Dener, l’ex Ciampino restituisce palla al capocannoniere della Serie A che infila in rete il punto del 2-3. L’ultimo sussulto proprio in extremis: il corner di Grippi taglia tutta l’area materana senza che nessun compagno riesca nella deviazione. Ma per quanto visto in campo, al Signor Prestito il pari sarebbe andato più che stretto. 


CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS


CAME DOSSON-SIGNOR PRESTITO CMB MATERA 2-3 (pt 1-2)

CAME DOSSON: Pietrangelo, Belsito, Ugherani, Juan Fran, Grippi, Azzoni, Dener, Giuliato, Vieira, Bertoni, Espindola, Feverati, Ronzani, Ditano. All. Rocha

SIGNOR PRESTITO CMB MATERA: Weber, Neto, Pulvirenti, Santos, Wilde, Galliani, Perrucci, Arvonio, Cesaroni, Bizjak, Romagnoli, Bruno, Strippoli, Nucera. All. Nitti

ARBITRI: Andrea Saggese (Rovereto), Stefano Parrella (Cesena), crono: Angelo Tasca (Treviso)

MARCATORI: pt 2'30'' aut. Pietrangelo (SP), 9' Wilde (SP), 17’49’’ rig. Vieira (C), st 16'15'' Santos (SP), 18'30'' Vieira (C)

NOTE: ammoniti Espindola (C), Grippi (C)