L'Olimpus va in Final Four di Coppa Italia: i Blues piegano una grande Italservice ai supplementari

L'Olimpus si guadagna la Final Four di Coppa Italia di Policoro. Obiettivo raggiunto dai Blues, ma che devono sudare diverse "camisete" per avere la meglio dell'Italservice Pesaro al PalaOlgiata. Un 6-5 finale che racconta tanto, ma non tutto, di una partita che si è decisa solo ai tempi supplementari e che i ragazzi di Daniele D'Orto riescono a ribaltare dopo aver chiuso il primo tempo sotto 2-0. 

LA PARTITA - Ci si attendevano equilibrio e spettacolo al PalaOlgiata e di sicuro non sono mancati. Olimpus ed Italservice Pesaro danno vita ad una partita intensa, fisica, ricca di episodi controversi e che ha regalato emozioni. La prima frazione dice Italservice Pesaro. La squadra di Scarpitti trova l'assetto giusto, in fase difensiva concede pochissimo ai Blues ed è letale nelle ripartenze. E proprio in ripartenza, al 3', i biancorossi la sbloccano con Schiochet, che incrocia con la punta del piede sinistro e insacca l'1-0. L'Olimpus attacca, Putano risponde sempre presente, ma l'Italservice ha qualità per far male, nonostante sia priva di Muguelin, Pires e JuanFran. All'8' la squadra di Scarpitti trova anche il raddoppio con una splendida azione personale di Mohamed, che serve a Vavà un cioccolatino solo da spingere in porta. La partita è ruvida, con tanti contatti, ma all'intervallo gli ospiti sono sul doppio vantaggio. 

Nella ripresa l'Olimpus prova ad alzare i giri del motore, attaccando a testa bassa e schiacciando l'Italservice, che però fa perno su un Tonidandel onnipresente. Barichello prova ad inventare, la gara rimane intensissima e iniziano a piovere falli e cartellini. Da un episodio dubbio l'Olimpus trova il gol del 2-1 al 9' con Marcelinho, che chiude una azione nata da un recupero palla a centrocampo sul quale i biancorossi chiedevano un fallo di Cutrupi. E' l'ex di turno a trascinare i suoi, siglando anche il 2-2 al 14' con una conclusione mancina che non lascia scampo a Putano. Entrambe le squadre raggiungono quota 5 falli e si va ai tempi supplementari. Qui arriva forse uno degli episodi chiave, con Marcelinho che anticipa Murilo Schiochet in area di rigore, gli arbitri giudicano in ritardo e falloso l'intervento del giocatore biancorosso, scatta così il tiro libero per i Blues. Dal dischetto si presenta Marcelinho che fa tripletta personale e 3-2. Marcelinho fallisce un altro tiro libero poco dopo, ma l'Olimpus trova il poker chiudendo con Biscossi una bella azione di contropiede ad una quarantina di secondi dalla fine del primo supplementare. Scarpitti inserisce il portiere di movimento e Barichello apre il secondo supplementare accorciando sul 4-3. Qui però due palle perse proprio col portiere di movimento consentono a Dimas di insaccare due volte dalla sua metà campo, chiudendo i giochi. Nel finale la doppietta di André Ferreira ferma il punteggio sul 6-5 finale. L'Olimpus va così in Final Four, tra le proteste dell'Italservice Pesaro per alcuni episodi dubbi. Premiato il cuore della squadra di D'Orto, ma grandissimi meriti vanno ad una Italservice Pesaro che offrendo prestazioni a questo livello potrà fare un'ultima parte di stagione di altissimo profilo. 


OLIMPUS ROMA-ITALSERVICE PESARO 6-5 (0-2 p.t., 2-2)
OLIMPUS ROMA: Ducci, Marcelinho, Fortino, Di Eugenio, Dimas, Rodriguez, Gabriel, Isgrò, Achilli, Cutrupi, Javi Roni, Biscossi All. D'Orto
ITALSERVICE PESARO: Putano, Caruso, Tonidandel, Andrè, Schiochet, Mariani, Luberto, Barichello, Vavà, Belloni, Mohabz, D'Ambrosio. All. Scarpitti
ARBITRI: Bartoloemo Burletti (Palermo), Ugo Ciccarelli (Napoli), crono: Alex Iannuzzi (Roma 1)
MARCATORI: 2'06'' p.t. Schiochet (P), 7'55'' Vavà (P), 8'15'' s.t. Marcelinho (O), 13'18'' Marcelinho (O), 2'13'' p.t.s. Marcelinho t.l. (O), 4'19'' Biscossi (O), 2'16'' s.t.s Barichello (P), 3'38'' Dimas (O), 4'00'' s.t.s. Dimas (O), 4'11'' Andrè (P), 4'55'' Andrè (P)
NOTE: ammoniti Andrè (P), Gabriel (O), Putano (P), Tonidandel (P), Cutrupi (O), Barichello (P), Mohabz (P)