Marcelinho tiene sul pezzo l'Olimpus, poi Cutrupi e Joselito stendono (7-4) il Real San Giuseppe

L’Olimpus fa suo il posticipo della 10ª giornata di Serie A chiudendo a suo favore (7-4) nel finale la sfida con il Real San Giuseppe, che esce a testa altissima dallo Sky Match andato in scena al PalaCesaroni di Genzano. Una sfida che ha fatto registrare un grande equilibrio almeno fino a tre minuti dalla fine, quando Joselito e Cutrupi hanno scavato il solco decisivo di una gara che ha lasciato ampiamente soddisfatto il pubblico intervenuto numeroso al palasport di viale Emilia Romagna.


Che al PalaCesaroni sia una serata pirotecnica lo si capisce subito, perché le due squadre partono a mille all'ora e, come ne hanno occasione, cercano di fare male. Passano appena due minuti infatti che la partita si sblocca: palla persa da Dimas in mezzo al campo e contropiede fulmineo del Real San Giuseppe, chiuso dall'appoggio in rete di Dian Luka, che fa 1-0. La partita è ruvida, entrambe le squadre mettono il piede e non si risparmiano, e un minuto più tardi rispetto al gol del vantaggio l'Olimpus pareggia i conti. Batti e ribatti, con il pallone che arriva comodo sul piattone di Marcelinho che non si fa pregare, insaccando così la parità. A questo punto la partita si accende ulteriormente, il Real San Giuseppe protesta vivacemente per un contatto tra Schininà e Salas, reclamando un rigore che sembrava esserci, e le due squadre continuano a rispondersi a vicenda colpo su colpo. E' nuovamente Marcelinho, al 16', a portare avanti l'Olimpus, ma anche in questo caso il botta e risposta è immediato, con Patias che pareggia i conti a quota 2. Passano appena 15'' ed il Real San Giuseppe mette la freccia con il Cholo Salas, che insacca il 3-2. L'Olimpus però reagisce, attacca, e chiude un contropiede perfetto con Bagatini, che sul secondo palo deposita in rete e manda le squadre al riposo sul 3-3. 


La ripresa è altrettanto bella, e si stappa al 2'' con la tripletta personale di Marcelinho, ma al 5' arriva la replica di un altro dei grandi protagonisti della serata, Dian Luka, che rimette tutto in parità. La gara si mantiene sui binari dell'equilibrio, serve un guizzo, una scossa, e la da Cutrupi. Giocata da campione del numero dieci dei Blues che in una frazione di secondo controlla e gira in porta alle spalle di Bellobuono il gol del 5-4. Il Real San Giuseppe deve fare i conti con l'infortunio di Igor, le cui condizioni restano ancora da valutare per un problema al ginocchio destro, e al 18' Joselito scrive il 6-4. Scarpitti ci prova con il portiere di movimento, le occasioni arrivano ma il gol no. Cutrignelli fallisce un tiro libero ma è Cutrupi, ad una manciata di secondi dalla fine, a far scorrere i titoli di coda sul match. Vince l'Olimpus, che prova a rimanere in scia del Napoli e intanto consolida il secondo posto in classifica. 


OLIMPUS ROMA-REAL SAN GIUSEPPE 7-4 (pt 3-3)
OLIMPUS ROMA: Cerulli, Bagatini, Marcelinho, Joselito, Dimas, Tres, Cutrignelli, Schininà, Cutrupi, Achilli, Isgrò, Bianchetti. All. D'Orto

REAL SAN GIUSEPPE: Bellobuono, Dian Luka, Patias, Igor, Cesaroni , Ercolessi, Galletto, Guerra, Santos, Imparato, Salas, Fusco. All. Scarpitti

ARBITRI: Simone Zanfino (Agropoli), Francesco Saverio Mancuso (Lamezia Terme), Andrea Cini (Perugia), crono: Nicola Lacrimini (Città di Castello)

MARCATORI: pt 2'13'' Dian Luka (RSG), 2'41'' e 15'03'' Marcelinho (O), 16'09'' Patias (RSG), 16'26'' Salas (RSG), 17'59'' Bagatini (O), st 1'42'' Marcelinho (O), 4'56'' Dian Luka (RSG), 7'01'' Cutrupi (O), 17'27' ' Joselito (O), 19'17'' Cutrupi (O)

NOTE: ammoniti Salas (RSG), Dian Luka (RSG), Dimas (O), Tres (O), Imparato (RSG), Igor (RSG), Santos (RSG). Al 19'16'' del st Cutrignelli (O) fallisce un tiro libero