Olimpus, c`è il Monastir. Ale Di Eugenio alza l`asticella: "Finalizziamo di più"

Dopo i sette gol rifilati alla Nordovest nel recupero della terza giornata, l’Olimpus si prepara a tornare in campo, sempre al PalaOlgiata, per affrontare i sardi del Monastir Kosmoto.

”Mercoledì abbiamo offerto una grande prestazione, ma avremmo potuto fare più gol. Dobbiamo imparare a finalizzare meglio, perché, nelle partite importanti, quando non hai tante occasioni, devi essere bravo a concretizzare ciò che crei”, sottolinea Alessio Di Eugenio, tornando sul successo conquistato contro la Nordovest. Un 7-0 netto e fondamentale per archiviare definitivamente l’amaro 3-3 con l’Italpol. ”Siamo contenti, ma sappiamo di dover migliorare”.

Il numero 23 tiene alta la concentrazione in vista della sfida contro il Monastir.

”Non partiamo vincitori, ma dovremo sfruttare il fattore campo per conquistare altri punti importanti. Mancano poche gare al termine del girone di andata e occorre raccogliere il massimo per centrare la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia”. Un traguardo non semplice, ma a cui la società tiene particolarmente.

Le rivali, di certo, non mancano, a partire dal Ciampino, primo a punteggio pieno.

”Una squadra allenata benissimo, affrontarli non sarà facile - il monito di Di Eugenio -. Mi aspettavo un inizio del genere da parte loro: se sei preparato tatticamente, le partite le porti a casa”. Per un Ciampino che vola, c’è un Italpol che ha già commesso qualche passo falso di troppo: ”Tutti prima o poi perderanno punti - il parere dell’ultimo, che poi conclude -. Il campionato è lungo: ci sarà da lottare, ma noi non abbiamo paura”.

Ufficio Stampa Olimpus Roma