#futsalmercato, si muove il Syn-Bios... e sono già scintille: nella lista degli acquisti c'è Fetic

Ora che la fatidica data del 30 giugno è stata scavallata, anche in casa del Syn-Bios Petrarca si cominciano a muovere le prime pedine sulla nuova scacchiera che Luca Giampaolo dovrà gestire nella prossima avventura in Serie A. E mentre il presidente Morlino continua il suo quotidiano operato di reperimento delle risorse per un Petrarca da vertice, dietro le quinte il numero uno padovano piazza le prime stoccate di un #futsalmercato che inizia finalmente a vederlo in proiezione offensiva.


CESSIONI E CONFERME - Fornari, Boaventura, Joselito, Vitale, Moretti, Paganini: questi i cinque partenti che hanno già cambiato aria. Jader s’è accasato all’ambiziosa Fortitudo Pomezia in A2, Boaventura ha firmato con la Vitulano Drugstore Manfredonia e sarà un futuro avversario del Petrarca, idem Joselito che si è sposato con il Real San Giuseppe, mentre Vitale è tornato nella sua Regalbuto, Moretti potrebbe trovare squadra nelle Marche, Paganini è in cerca di occupazione. Victor e Fellipe Mello, Rafinha Novaes, Parrel e Jorge Alba hanno firmato il prolungamento, in attesa della conferma di Bastini che dovrebbe essere questione di giorni. A loro vanno aggiunti tutti i giovani che Luca Giampaolo ha utilizzato durante la stagione 2020/2021, impiegati in maniera continua tanto da permettere al Syn-Bios di aggiudicarsi la speciale classifica della Divisione Calcio a 5 riservata ai club che hanno schierato in maggior numero di nuove leve, con tanto di premialità.


ED ECCO LE PRIME NOVITA’ - Syn-Bios che resterà il “main sponsor” del Petrarca e che stando alla stampa locale avrebbe sollecitato il presidente Morlino ad alzare l’asticella degli obiettivi in vista della prossima Serie A. Detto… fatto. Alan Fetic è più di un’idea, verosimilmente il primo innesto nella nuova rosa sarà proprio il laterale mancino classe 1991, di nazionalità slovena, nella scorsa stagione all’Acqua&Sapone. Un giocatore imponente (193 centimetri di altezza), che Giampaolo potrebbe impiegare indifferentemente sia in fase d’attacco che in marcatura, sfruttando la sua fisicità per limitare i pivot avversari. Insomma, un pezzo “double-face” che presto potrebbe entrare ufficialmente nel roster bianconero.


La necessità più importante rimane quella di tamponare la partenza di Fornari con un pivot di ruolo. L’interesse per Kakà non è una novità da tempo immemore (Calcio a 5 Anteprima ne aveva parlato il 26 maggio LEGGI QUI e l’8 giugno LEGGI QUI), ma a parte la voce, di concreto c’è ancora ben poco. Per chiudere la rosa la scelta andrà su un portiere di livello: e qui per Morlino e Giampaolo ci sarà davvero da scegliere.