breaking news

02/06/2024 19:46

L'Energy Saving si tiene stretta la guida tecnica. Ferrari: "Qui si lavora bene e c'è ambizione"

La stretta di mano e l’intesa sono arrivati immediatamente e non poteva essere altrimenti. Stefano Ferrari rimane alla guida dell’Energy Saving per il terzo anno consecutivo e dopo aver sfiorato la seconda promozione di fila. Fiducia meritata per il tecnico, che ha saputo guidare sapientemente una squadra forte, ma comunque esordiente, al suo primo anno di Serie B, con i risultati che tutti abbiamo ben visto. Per il tecnico, quindi, una nuova sfida in gialloblu, con l’obiettivo di far meglio dello scorso anno.

“Ho deciso di continuare la mia avventura in Energy per almeno due motivi - dichiara Ferrari -. Il primo è consolidare quello che stiamo costruendo, dare continuità ad un percorso di crescita e ad un progetto che ha l’obiettivo di portarci sempre più in alto. Il secondo è l’ambiente Energy, un ambiente bello e positivo. Qui si lavora bene e la società mette sempre tutti nelle condizioni di fare le cose al meglio”.

 L’esperienza di Ferrari, in questo secondo caso, sarà determinante. Prima dell’arrivo all’Energy due anni fa, infatti, l’allenatore gialloblu ha disputato tre stagioni con la maglia della Domus Bresso, culminate con la promozione in Serie A2 e, prima ancora, con il Bergamo C5, sempre in Serie B.

“Sì, posso dirmi soddisfatto del lavoro fatto fino ad ora, anche se sono convinto che possiamo crescere sotto tanti punti di vista. Per riuscirci, è necessario ancora tanto lavoro, molta applicazione e voglia di migliorarsi sempre più. Dal nuovo anno mi aspetto una squadra più determinata, più  matura, mi aspetto una maggior presa di consapevolezza sul fatto che non siamo più la squadra neopromossa che deve salvarsi e che dobbiamo partire con l’obiettivo di stare in testa al campionato”.

Alessio Patti- Ufficio Stampa Energy Saving