Si riapre il "caso" Lucas Siqueira: doppio ricorso del Petrarca, De Renzis rimette gli atti al TFN!

Il Giudice Sportivo della Divisione Calcio a 5, avvocato Massimiliano De Renzis, non ha omologato il risultato della partita valida per i quarti di finale della Coppa della Divisione tra L84 e Petrarca Padova. La disposizione segue di soli due giorni la pubblicazione del comunicato ufficiale n.299 nel quale viene evidenziato il preannuncio di reclamo avanzato sempre dal Petrarca per la gara con la L84 giocata però sabato scorso per il campionato di Serie A. Entrambe le partite si sono chiuse con l’affermazione dei piemontesi: 2-0 in campionato e 8-3 in Coppa della Divisione, con conseguente qualificazione alle semifinali (che tra l’altro, a causa del ritardo di calendario provocato dalla disputa dell’ultima gara degli ottavi tra Sammichele e Feldi Eboli, che si giocherà martedì 6, sono state posticipate direttamente a martedì 7 febbraio).


Il motivo del duplice ricorso padovano è da riscontrare nella presunta posizione irregolare di tesseramento in cui, come sostiene il Petrarca nel testo del ricorso elaborato dal presidente Paolo Morlino, si troverebbe ancora Lucas Siqueira Defreitas. Va ricordato come la vicenda abbia già avuto un precedente sviluppo legato al ricorso che presentò l’Arzignano al termine della stagione 2020/2021, relativamente al quale, come riporta il giudice sportivo sul comunicato n.317 (LEGGI QUI), non ci sarebbe stata alcuna pronuncia in merito alla validità del tesseramento stesso seppure i giudici dei due gradi di giudizio successivi si fossero già espressi sulle responsabilità della L84 (condannata dal TFN e poi assolta dalla CFA).


In breve, il giudice sportivo ha deciso di “sospendere il procedimento ex art. 89, comma 1, lett. b), C.G.S. e di rimettere gli atti al Tribunale Federale Nazionale – Sez. Tesseramenti, affinché valuti la regolarità del tesseramento del Defreitas Siqueira Lucas”.