CDM concentrata sull’obiettivo. Lombardo: “A Eboli per cercare l’impresa. I ragazzi sono pronti!”

La CDM Futsal non vuole “fermarsi” a Eboli. Penultimo appuntamento della regular-season per la squadra del presidente Matteo Fortuna e per questo rush-finale il destino si incrocia con due squadre campane. Mercoledì, infatti, ci sarà il recupero sul parquet della Feldi, poi il primo maggio, in Liguria, arriverà il Real San Giuseppe.

Due partite nelle quali servirà soltanto vincere e sperare che alla fine la classifica consenta a Ortisi e compagni di disputare i play-out.

È una CDM che arriva a questa gara dopo una lunga pausa. L’ultimo impegno di campionato è datato 20 marzo (4-2 al Mantova), in campo invece c’è stato il turno preliminare di Coppa Italia dello scorso 27 marzo. Praticamente un mese di stop, anche perché la gara con la Feldi Eboli si sarebbe dovuta giocare il 3 aprile.

“Quando abbiamo saputo che saremmo stati fermi per un bel po', tra rinvii e Final Eight di Coppa Italia, dentro di me ho pensato che questo potesse rappresentare un problema – esordisce mister Michele Lombardo ai nostri microfoni. – Poi però, ho visto che col passare dei giorni, la mentalità dei ragazzi è rimasta inalterata, cioè quella di non lasciare neppure un centimetro in questa lotta salvezza, almeno finché la matematica non dirà il contrario”.

Sulla partita di mercoledì contro la squadra di Riquer, Lombardo prosegue.

“Affronteremo una Feldi Eboli che da febbraio ha ingranato una marcia in più e lo si è visto anche in Coppa Italia. Una squadra quadrata con delle individualità importanti. Andremo lì per cercare di compiere una vera impresa, visto che ci mancheranno Pizetta e Ortisi per squalifica. Se come mi auguro ci riusciremo, allora poi inizieremo a pensare all’ultima giornata, dove affronteremo il Real San Giuseppe”.

Il tecnico conclude.

“Proprio contro i sangiuseppesi potrebbe essere determinante, sperando che nell’altra gara facciano il loro. Se alla fine riusciremo a raggiungere i play-out, per noi sarà come avere vinto uno Scudetto, dopo tanti, troppi, problemi che si sono dovuti affrontare quest’anno”.

 

cant