La CDM sulla rotta per Schio. Prudenza Ortisi: ''La posizione dell'Altovicentino non deve ingannare"

Sarà una finestra di #futsalmercato sostanzialmente inattiva, almeno per quello che riguarda le operazioni in entrata, quella che si è già aperta con la cessione di Gargantini al Modena Cavezzo e la conclusione del prestito di Magurno per la CDM Futsal. Il club di Matteo Fortuna interverrà solamente nel caso in cui si presenterà un’occasione eccellente, rimandando eventualmente alla fase dei trasferimenti possibili nuove soluzioni per il roster di Hugo De Jesus.


Testa, dunque, che va al campionato e alla ripresa del cammino che avverrà sabato a Schio contro l’Altovicentino. La settimana di break ha consentito alla truppa genovese di tirare un attimo il fiato e lavorare sulla correzione delle immersioni di gioco che erano emerse nelle prime sette uscite. Partendo dalla sfida con il Pordenone costata la seconda sconfitta interna del torneo dopo quella con la Leonardo.


“La partita con il Pordenone è stata molto combattuta - ricorda capitan Andrea Ortisi. - Sapevamo che era una squadra in salute e con tanta forza fisica ed intensità, secondo me il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto… ma siamo andati avanti, abbiamo affrontato il turno di riposo lavorando sui dettagli che possiamo migliorare”. 


- Una classifica che rimane sostanzialmente invariata per la CDM alla ripresa dopo la pausa…


“Temevamo un turno di riposo che poteva proiettarci lontano dalle zone alte, ma che invece ci ha tenuto lì dato i tanti scontri diretti. Adesso entriamo nel mese più importante di questa prima parte di stagione: ci attendono quattro partite fondamentali, per cercare di conquistare un posto in Coppa Italia e trovare il miglior piazzamento possibile”.


Si parte, dunque, da Schio e dall’Altovicentino. L’ammonimento di capitan Ortisi.


“Sabato affrontiamo una squadra che, dal suo canto cerca, una vittoria per uscire dalle zone basse. La loro posizione non deve farci cadere nel tranello: sarà una partita tosta, sappiamo che loro hanno ottime qualità individuali e noi, dalla nostra, vogliamo ripartire e ritrovare i tre punti”.