Ortisi è nella storia della CDM: "Sette anni vissuti col cuore e l'anima. E senza avere rimpianti"

Andrea Ortisi è una istituzione nella CDM Futsal. Per una questione di militanza, visto che quella attuale è la settima stagione che il giocatore siciliano veste la maglia del club di Matteo Fortuna, ma anche per una questione di ruolo e di peso: la fascia e l’etichetta di capocannoniere della formazione genovese vanno di pari passo e rafforzano l’importanza di Ortisi negli equilibri della squadra di Hugo De Jesus. Tra l’altro, il Gallo di Augusta ha tagliato il traguardo delle venti reti stagionali grazie al poker messo a segno contro l’Altovicentino, ma non solo, perchè quei gol gli hanno permesso di raggiungere la cifra di 108 realizzazioni con la maglia della CDM (“quota 1000” era stata toccata con la doppietta rifilata alla Elledi), entrando di diritto nella storia del sodalizio della Lanterna.


“Sicuramente è bello, in questi anni, aver contribuito con tutti questi gol a raggiungere gli obiettivi della società - ha confidato ai microfoni del collega Marco Innocenti in una recentissima intervista pubblicata sulla pagina Facebook della CDM Futsal. - Sono stati sette anni vissuti intensamente e da parte mia con tutto il cuore e tutta l’anima: per me la CDM è una seconda pelle, la vivo tutta, in maniera intensa, piena, è il mio modo di fare sport. La mia avventura a Genova? E’ nato tutto da una telefonata di metà agosto con Michele Lombardo… ma in questi sette anni non ho avuto nessuno rimpianto. I playoff? La classifica rispecchia i valori. E occhio al Città di Mestre”.


GUARDA QUI LA VIDEO INTERVISTA INTEGRALE AD ANDREA ORTISI