Sampdoria, Boaventura e la dedica speciale dopo la tripletta: ''Alla mia famiglia che mi supporta''

Dopo aver messo a segno una tripletta contro il Pordenone che ha contribuito alla vittoria per 4-1 della sua Sampdoria contro i friulani, Marco Boaventura non poteva certo tirarsi indietro dal concedere un'intervista ai microfoni del club blucerchiato.


- Marco, tre gol per te: stavolta ti porti via il pallone…


“Adesso lo porto veramente a casa. Sono contento della partita che abbiamo fatto e della vittoria: ci serviva, venendo da una sconfitta fuori casa e penso che questo ci dia la fiducia per lavorare in vista delle prossime gare”.


- È stata una settimana difficile dal punto di vista emotivo perché venivate da una buona prestazione e da una sconfitta forse anche un po’ immeritata, con tanta sfortuna. Oggi ci avete messo del vostro, contro un Pordenone che si è dimostrato essere un avversario tosto…


“Certo, era una settimana difficile anche perché, come ho detto, arrivavamo da una sconfitta, però siamo riusciti a lavorare bene questa settimana per arrivare a sabato e fare una bella partita: il risultato alla fine lo abbiamo ottenuto”.


- Raccontaci il gol, forse più bello, cioè il terzo…


“Anche io penso che sia stato il più bello, però la cosa più importante di tutto sono i tre punti. Sono contentissimo, complimenti a tutta la squadra che non ha mollato fino alla fine. È quello che abbiamo impostato in settimana e che noi dobbiamo avere sempre: un atteggiamento che ci porti a non mollare; anche se stiamo vincendo già di due o tre gol dobbiamo continuare fino alla fine, dando il massimo”.


- Mister cipolla l'aveva detto, “non crediamo di andare sui campi a vincere perché abbiamo scritto Sampdoria Futsal sulla maglia”. Ci sarà da lottare e oggi la squadra ha dimostrato di avere lo spirito, la grinta, il carattere, gli attributi…


“Certo, sappiamo della responsabilità che c’è nell’indossare questa maglia. Faremo di tutto per portare belle soddisfazioni qui a Campo Ligure, a tutta la tifoseria”.


- C'è una dedica speciale per questa tripletta?


“La mia famiglia, che mi supporta e che mi dà tutto il sostegno necessario per stare sempre bene in campo”.