Sporting Hornets, il presidente De Santis: ''Girone complicato, siamo pronti a dare il massimo''

Sarà una prima volta bellissima. Lo Sporting Hornets corre veloce verso il prossimo campionato di Serie A2, e lo fa con il passo di una società che ha confermato anche in questo #futsalmercato, di avere le idee chiare. Nei giorni scorsi la Divisione Calcio a 5 ha diramato gli organici ed i gironi del prossimo campionato e, in attesa dei calendari, c'è tempo per farsi un'idea di quelle che saranno le avversarie ed il coefficiente di difficoltà. 

E' il numero uno giallonero, Fabrizio De Santis, ad analizzare il raggruppamento. 

"Si tratta di un girone difficilissimo dove troviamo quattro step diversi di difficoltà. Ci sono due squadre ammazza-campionato come Lido di Ostia e Genzano, altre due che partono per vincere come Mantova e Active, poi due-tre outsider come Cus Molise, AP e Ascoli, poi tutte le altre". 

La sua analisi continua così.

"Purtroppo o per fortuna non ci saranno squadre 'materasso', il girone è forse il più competitivo di sempre in questa categoria, ed in più sarà una specie di anno zero per via delle limitazioni ai giocatori stranieri, un contesto nel quale emergerà il lavoro svolto sui settori giovanili negli ultimi anni. Lazio e Roma hanno molti giovani forti, il Cesena lo abbiamo incontrato alle Final Eight di Coppa Italia, l'Italpol ha cambiato molto rispetto alla stagione passata. Non solo, perché Modena, Prato e Città di Massa hanno sempre fatto bene nel girone del Nord, l'Eur Massimo è una squadra forte ed ha una società solida alle spalle". 

E gli Hornets?

"Poi ci siamo noi - continua De Santis - con il nostro top player in panchina, una squadra giovanissima con alcuni giocatori di esperienza, saremo pronti a dare tutto in campo, come sempre".