Sporting Hornets, Mancori lancia l'Under 17 Elite: ''Obiettivo? Crescere e giocare senza paura''

Partirà tra meno di una settimana il cammino nel campionato Under 17 Elite per lo Sporting Hornets. Dopo lo splendido lavoro portato avanti nella passata stagione la panchina è stata affidata nuovamente a Daniele Mancori, che ha condotto la formazione giallonera fino ai playoff. E per quegli strani incontri che il destino a volte riserva, il nuovo campionato ripartirà dallo stesso avversario con cui si era chiuso quello passato: la Roma. 

Proprio Mancori parte facendo il punto su quello che è stato il lavoro portato avanti in fase di preparazione. 

"Per me è il secondo anno alla guida dell'Under 17 Elite degli Hornets - racconta -, ed il lavoro che stiamo svolgendo insieme allo staff procede secondo i programmi. Ci aspettiamo tanto dai nostri ragazzi e, pian piano, vediamo piccoli passi in avanti. Abbiamo completato un mese di lavoro e questa settimana sarà importante, perché ci porta all'inizio della stagione. Siamo una squadra nuova, con i ragazzi della passata stagione stiamo cercando di amalgamare il gruppo e formare una squadra omogenea. Sappiamo che questa stagione sarà difficile - continua Mancori - ma proprio per questo siamo ancor più stimolati a fare bene e rimanere concentrati in ogni allenamento e ogni partita". 

Sabato 8 ottobre partirà quindi la regular season, con gli Hornets inseriti nel girone B e pronti ad esordire proprio sul campo della Roma. 

"L'obiettivo che abbiamo è solo uno: crescere una squadra ed un gruppo e renderlo in grado di lottare senza paura in ogni partita, preparando i nostri ragazzi tecnicamente e psicologicamente a disputare anche gare nella nostra Under 19 nazionale. Come è stato per l'anno passato, il nostro obiettivo sul campo è quello di mantenere la categoria, cercando di mettere in campo un futsal propositivo e crescere di partita in partita. La prossima settimana iniziamo in casa della Roma, squadra che conosciamo bene, campo che conosciamo altrettanto bene, avendo perso lo scorso anno la nostra gara di playoff. Sappiamo che loro lotteranno per una delle prime tre posizioni, ma noi andremo li cercando di metterli in difficoltà. Concludo dicendo una cosa direttamente ai miei ragazzi: sappiamo che sarà lunga e difficile, ma sappiamo anche che insieme ce la faremo, migliorando e lottando sempre uniti". 



Mattia Esposito